Reindustrializzazione ex Om Modugno, i sindacati scrivono a Decaro: "Reinserire i lavoratori con Porta Futuro"

Nella nota, Ugl Metalmeccanici chiede di usufruire dei tirocini formativi pensati dal job center barese per reimpiegare anche i 22 lavoratori che non saranno assunti da Selectika

Riallocare attraverso il programma di 'Porta Futuro' i lavoratori dell'ex Om non coinvolti dal piano di reintegro di Selectika. A chiederlo è il sindacato Ugl Metalmeccanici, che già durante il tavolo regionale in cui si discuteva del futuro dello stabilimento modugnese chiuso per fallimento, aveva cercato rassicurazioni sui 22 cassaintegrati che non sarebbero rientrati nel piano di reindustrializzazione del sito.

Il progetto 'Porta futuro' a Bari, ricordiamo, prevede l'attivazioni di tirocini formativi per i disoccupati, a cui si è aggiunto il bando BA29 specificamente pensato per i giovani nella fascia di età 16-29 anni. Nella lettera indirizzata al sindaco della Città metropolitana, Antonio Decaro, scrivono: "Siamo con la presente a richiedere la possibilità di attivare un progetto che possa favorire e consentire il reinserimento nel mondo del lavoro di questi lavoratori pugliesi che hanno perso il lavoro otto anno orsono e che non percepiscono alcun sostegno economico da 18 mesi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Non paga il parcheggiatore abusivo al molo San Nicola, ragazza trova l'auto danneggiata: "Ora basta"

  • Nessuna chiusura per la Saicaf, l'azienda: "Trasferimento sede in via Oberdan e riorganizzazione produttiva"

Torna su
BariToday è in caricamento