Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia Modugno

Reindustrializzazione ex Om Modugno, i sindacati scrivono a Decaro: "Reinserire i lavoratori con Porta Futuro"

Nella nota, Ugl Metalmeccanici chiede di usufruire dei tirocini formativi pensati dal job center barese per reimpiegare anche i 22 lavoratori che non saranno assunti da Selectika

Riallocare attraverso il programma di 'Porta Futuro' i lavoratori dell'ex Om non coinvolti dal piano di reintegro di Selectika. A chiederlo è il sindacato Ugl Metalmeccanici, che già durante il tavolo regionale in cui si discuteva del futuro dello stabilimento modugnese chiuso per fallimento, aveva cercato rassicurazioni sui 22 cassaintegrati che non sarebbero rientrati nel piano di reindustrializzazione del sito.

Il progetto 'Porta futuro' a Bari, ricordiamo, prevede l'attivazioni di tirocini formativi per i disoccupati, a cui si è aggiunto il bando BA29 specificamente pensato per i giovani nella fascia di età 16-29 anni. Nella lettera indirizzata al sindaco della Città metropolitana, Antonio Decaro, scrivono: "Siamo con la presente a richiedere la possibilità di attivare un progetto che possa favorire e consentire il reinserimento nel mondo del lavoro di questi lavoratori pugliesi che hanno perso il lavoro otto anno orsono e che non percepiscono alcun sostegno economico da 18 mesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reindustrializzazione ex Om Modugno, i sindacati scrivono a Decaro: "Reinserire i lavoratori con Porta Futuro"

BariToday è in caricamento