Rifiuti abbandonati lungo le statali, in Regione l'accordo per la pulizia: "Più risorse per i Comuni"

Sottoscritto il protocollo di intesa tra Regione, Anas ed enti locali per il coordinamento dei servizi di raccolta. Emiliano: "Un milione di euro per le attività. Strade pulite sono per noi biglietto da visita"

Regione, Anas ed enti locali in campo per garantire la pulizia straordinaria delle strade statali, spesso luogo di abbandono selvaggio di rifiuti. Il protocollo di intesa per il coordinamento del servizio di raccolta - della durata di cinque anni - è stato siglato questa mattina in Regione tra Assessorato alla Qualità dell’Ambiente, ANAS S.p.A., ANCI Puglia e UPI.

Emiliano: "Strade pulite biglietto da visita per chi arriva in Puglia"

"Ci siamo messi insieme  – ha spiegato Emiliano – perché ci siamo accorti che i Comuni da soli rischiavano di non farcela, cosi come le Province che pure hanno dei problemi molto gravi da affrontare. L’Anas ha subito aderito e, con l’avallo della Direzione romana, ci sta dando una mano fondamentale"."La pulizia delle strade e degli innesti delle città - ha detto ancora Emiliano - costituisce per noi un evidente biglietto da visita, insostituibile per quanti raggiungono la nostra regione. Per il momento finanziamo questa attività con un milione di euro, ma potremmo arrivare a due milioni. Vorrei comunque specificare che si tratta di ambiti fuori dalla competenza della Regione, tuttavia, diamo questo incentivo ai Comuni consapevoli del fatto che i costi delle pulizie straordinarie delle strade, normalmente vanno scaricati sulle tariffe a carico dei cittadini. Interveniamo, quindi, affinché i Comuni non siano costretti ad aumentare le tariffe; si tratta, in fin dei conti, di un intervento di solidarietà tra Enti".

Le azioni previste dall'intesa

Secondo quanto sancito dal Protocollo, la Regione Puglia si farà carico – con proprie risorse – del rimborso in favore dei Comuni competenti per territorio dei costi del servizio di raccolta e trasporto, mentre Anas continuerà a svolgere il servizio di pulizia delle pertinenze stradali, in particolare lungo le piazzole di sosta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’impegno e l’obiettivo comune - spiega una nota della Regione - è quello di arginare il dilagante ed incontrollato fenomeno di abbandono di rifiuti lungo le strade statali che, tra l’altro, impatta negativamente anche sull’immagine del territorio. Anas, dunque, comunicherà il calendario dei servizi di pulizia degli svincoli e delle pertinenze stradali per ciascuna tratta stradale; i rifiuti verranno depositati lungo le piazzole di sosta, allo scopo di facilitarne la raccolta; entro tre giorni il Comune competente per territorio, tramite le aziende di igiene urbana, procederà autonomamente alla raccolta ed allo smaltimento a discarica dei rifiuti rinvenuti durante i servizi manutentivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento