Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Fondo di 200 milioni per ripartire e strategia condivisa per il turismo: accordo Regione e ristoratori per l'estate in Puglia

Sono alcune delle misure che l’assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci, ha ufficializzato durante l’incontro con rappresentanti Ho.re.ca. Del Mastro: "No a stagione di incertezze, rimanere sempre aperti"

Un fondo di 200 milioni di euro da destinare attraverso Puglia Sviluppo alle imprese della ristorazione e della ricezione, il 20 per cento a fondo perduto, il resto sotto forma di micro prestito. È una delle misure che la Regione Puglia, attraverso l’assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Delli Noci, ha ufficializzato durante l’incontro con i rappresentanti dei movimenti Ho.re.ca. Non l’unica.

“Saranno aiuti statali – spiega al termine dell’incontro il ristoratore barese Gianni Del Mastro – frutto in parte di fondi Por avanzati e in parte di fondi in arrivo dallo Stato. Non saranno vincolati come i finanziamenti dell’Unione europea ma più semplici da poter ottenere, anche se l’allargamento della platea sarà notevole e, di conseguenza, minore la quota per ogni esercizio. Ora, però, serve non fermarsi più – aggiunge – lo abbiamo detto a chiare lettere all’assessore, non possiamo affrontare un’estate interlocutoria, una volta aperti dobbiamo rimanere tali per tutto il periodo, non possiamo permetterci una stagione di incertezze, ci sono troppi debiti accumulati e la categoria rischia di scomparire”. I ristoratori hanno ricordato la situazione difficile che attraversano colleghi del settore che rischiano di non riaprire le saracinesche delle loro attività e hanno chiesto e ottenuto l’istituzione del tavolo permanente riguardante la categoria, richiesto dall’inizio della pandemia Covid, e la partecipazione alle strategie di marketing per il rilancio turistico della Puglia.

“Non vogliamo certo essere gli unici beneficiari – sottolinea ancora Del Mastro – dell’intervento della Regione o venire prima degli altri, ma vorremmo che nascesse e crescesse la consapevolezza che il salto di qualità della Puglia a livello turistico ha come valore aggiunto determinante la gastronomia e l’accoglienza, i nostri settori. Per questo come primo punto all’ordine del giorno del tavolo permanente abbiamo chiesto che si discutesse proprio di questo assieme anche agli assessori alla Cultura e al e Turismo. Tante regioni hanno già iniziato a farlo, è ora che anche la Puglia i muova con la nostra compartecipazione per una strategia di marketing di rilancio dell’immagine, per intercettare i turisti vaccinati americani e inglesi, pensare a una serie di benefit per incentivare gli arrivi. Per noi – conclude -  non può essere un’estate di mezze misure”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondo di 200 milioni per ripartire e strategia condivisa per il turismo: accordo Regione e ristoratori per l'estate in Puglia

BariToday è in caricamento