Sabato, 31 Luglio 2021
Economia

Saldi, prima settimana sottotono: bassa affluenza e poche vendite

Rispetto al 2013 non si è registrato l'incremento di vendite sperato. Forse i consumatori aspettano percentuali di sconto ancora più basse, ma la situazione preoccupa i commercianti

La prima settimana è ormai archiviata. Ma la partenza dei saldi estivi non è stata quella sperata dai commercianti. Niente 'assalti' ai negozi, niente code alle casse. Una partenza in sordina, che si spera possa essere recuperata nei prossimi giorni. Del resto, sottolineano gli addetti del settore, "i saldi sono un'occasione sia per i consumatori che per le imprese", ed è probabile che gli acquirenti stiano aspettando percentuali di sconto ancora più alte prima di muoversi con gli acquisti.

Resta però la situazione economica non facile: senza dubbio le famiglie hanno ridotto gli acquisti, ed è probabile che la minore disponibilità di denaro abbia frenato lo shopping. Lo sanno benne i commercianti, che pure speravano nelle vendite di fine stagione per ridare un po' di ossigeno alle proprie attività. Fino a questo momento, però, sembrano essersi realizzate piuttosto le previsioni della associazioni dei consumatori, che avevano annunciato una riduzione della spesa media in occasione dei saldi. In termini percentuali, quest'anno le vendite hanno registrato un incremento di circa il 2%, contro il 10% dell'anno scorso. Certo per tirare le somme è ancora presto, dicono i venditori. Per fare un bilancio più attendibile bisofìgnerà attendere ancora qualche giorno. La situazione si sbloccherà?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi, prima settimana sottotono: bassa affluenza e poche vendite

BariToday è in caricamento