Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia

Sanitàservice, oltre 700 dipendenti in stato di agitazione. L'Usspi: "Assumerli a tempo pieno"

Protesta del sindacato sul mancato passaggio a full-time dei lavoratori, nonostante "'eccessivo ricorso a ore di straordinario". Assemblea, domani pomeriggio, a Putignano

Il sindacato Usspi ha indetto lo stato di agitazione per 777 dipendenti della Sanitaservice operativi nell'Asl di Bari, a causa del mancato passaggio lavorativo a full-time del personale, già operativo, tra l'altro, al Policlinico di Bari. Una necessità, secondo l'Usspi, a causa della "gravi carenze" di organico e "dell'eccessivo ricorso alle ore di straordinario". Domani pomeriggio, dalle 16, vi sarà un'assemblea di tutto il personale nell'ex Farmacia Ospedale di Putignano. Il sindacato autonomo protesta anche per "il mancato pagamento dell’indennità di turno h 24" la mancata adozione del modello organizzativo e organigramma, la necessità di un piano assunzioni adeguato

Il Segretario Regionale dell’Usppi Nicola Brescia "è fiducioso che le richieste verranno accolte, anche perchè, ci sono tutti i presupposti, perchè le condizioni dei lavoratori miglioreranno. Riteniamo che, siano maturi i tempi affinchè le ore di straordinario e supplemento orario, vengano trasformate in un definitivo passaggio a Full-Time. Siamo convinti che la Asl riconoscerà ulteriori servizi a Sanitaservice, ma remunerate, oltre alle indennità di turno h 24, di rischio radiologico e biologico. E’ necessario secondo Nicola Brescia che si faccia una organizzazione del lavoro, degno di questo nome, magari approvando un contratto aziendale in cui vengano stabiliti orari, mansioni e modalità del lavoro, valido per tutti i lavoratori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanitàservice, oltre 700 dipendenti in stato di agitazione. L'Usspi: "Assumerli a tempo pieno"

BariToday è in caricamento