Mercoledì, 16 Giugno 2021
Economia

Lavoratori Alcatel in sciopero, la sede di Capurso a rischio chiusura

I 18 dipendenti della sede barese aderiscono domani allo sciopero nazionale per protestare contro il piano aziendale che prevede 660 esuberi

I 18 lavoratori della sede barese del gruppo Alcatel-Lucent parteciperanno domani allo sciopero nazionale proclamato contro il piano aziendale che prevede tagli per oltre 5mila unità in tutta Europa. La Multinazionale francese ha infatti dichiarato nell'ottobre scorso 660 esuberi in Italia, di cui 75 attualmente in cassa integrazione. Il piano dei tagli prevede la chiusura di quattro sedi periferiche, tra cui quella di Capurso.

"Negli incontri tenutisi in Italia il 30 ottobre e il 29 novembre al Ministero dello Sviluppo Economico - spiega il delegato Rsu della Fim Cisl Pietro Antonicelli - abbiamo manifestato tutta la nostra contrarietà ed opposizione ad un piano che cancella di fatto la presenza industriale di Alcatel-Lucent nel nostro paese, chiedendo allo stesso Governo di assumere finalmente un ruolo da protagonista e non di semplice comparsa e chiederemo, ancora una volta, un intervento attivo al governo per scongiurare questi licenziamenti". Il prossimo appuntamento al tavolo della trattativa tra azienda, sindacati e governo è fissato a Roma per il prossimo 17 gennaio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori Alcatel in sciopero, la sede di Capurso a rischio chiusura

BariToday è in caricamento