rotate-mobile
Economia

Costi del carburante alle stelle, autotrasportatori pronti a fermarsi: "Stop ai servizi dal 14 marzo"

L'annuncio di Trasportounito, che parla di una sospensione a livello nazionale dei servizi "per cause di forza maggiore": una decisione, legata alle "esasperate condizioni di mercato, determinate dal rincaro record dei carburanti". Un'altra protesta proclamata da Unatras per venerdì 19 marzo 2022

"Stop ai servizi delle aziende di autotrasporto a partire da lunedì prossimo, 14 marzo". A dare notizia dell'iniziativa, annunciata "a livelllo nazionale", è Trasportounito - Associazione nazionale autotrasportatori professionisti. 

Dopo i blocchi e le proteste messe in atto nello scorso di mese di febbraio, torna dunque la mobilitazione degli autotrasportatori contro il caro carburante, che potrebbe portare a nuove manifestazioni anche in Puglia.

Le aziende, spiega l'associazione in una nota, sospenderanno i loro servizi "'per causa di forza maggiore' e cioè l'esplosione dei costi del carburante". Trasportounito precisa anche come "non si tratti di uno sciopero né di una rivendicazione specifica, bensì di un'iniziativa finalizzata a coordinare le manifestazioni sullo stato di estrema necessità del settore".

"La sospensione dei servizi si è resa inevitabile - sottolinea una lettera inviata da Trasportounito alla Presidenza del Consiglio, al Ministro e al Vice Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e al Presidente della Commissione di Garanzia in Scioperi - anche per tutelare le imprese e impedire che le esasperate condizioni di mercato, determinate dal rincaro record dei carburanti, si traducano in vantaggi per altri soggetti del settore trasporti, ovvero in addebiti per obblighi contrattuali che le imprese della filiera logistica non sono più in grado di garantire".

Ma l'iniziativa annunciata da Trasportounito non è l'unica. Un'altra sigla di settore, l'Unatras, (Unione delle associazioni dell'autotrasporto), ha proclamato per venerdì 19 marzo 2022 la manifestazione degli autotrasportatori "in tutta Italia. Per protestare contro i mancati segnali da parte del Governo".

Sulle ripercussioni di un eventuale stop ai servizi di trasporto lancia l'allarme il Codacons, che ha sottolineato come eventuali proteste potrebbero nell'immediato portare ad una ulteriore grave impennata dei prezzi al dettaglio. 

(foto di repertorio: la protesta degli autotrasportatori in Puglia a febbraio)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costi del carburante alle stelle, autotrasportatori pronti a fermarsi: "Stop ai servizi dal 14 marzo"

BariToday è in caricamento