Economia Bari Vecchia / Piazza Libertà

Sciopero generale, i cortei attraversano la città. Studenti e lavoratori in piazza contro il governo

I manifestanti si sono mossi in corteo da diversi punti della città per confluire in piazza Libertà. Disagi anche per il trasporto pubblico locale

I lavoratori della Bfm in corteo

Sono partiti in corteo muovendosi da diversi punti della città - da piazza Umberto, dal lungomare, dalla zona industriale -  per ritrovarsi in piazza Libertà per il comizio finale. Almeno ottomila, secondo i sindacati, i manifestanti che questa mattina sono scesi in strada per lo sciopero generale nazionale indetto da Cgil, Uil e Ugl. In piazza per protestare contro il governo Renzi, insieme ai lavoratori, anche migliaia di studenti.

"Non riparte il Paese se non riparte il Mezzogiorno, oggi ci sono tante persone al corteo e che aderiscono allo sciopero, e anche la Puglia sta dando una risposta straordinaria", ha detto la segretaria nazionale della Cgil, Vera Lamonica, sfilando in corteo per raggiungere la piazza della Prefettura.

Per permettere lo svolgimento della manifestazione, il Comune ha predisposto un piano traffico ad hoc con divieti e limitazioni al traffico (LE STRADE CHIUSE AL TRAFFICO - IL PERCORSO DEI CORTEI), mentre disagi si registrano nel trasporto pubblico locale, con corse di bus e treni ridotte a causa dell'adesione allo sciopero (BUS E TRENI: LE MODALITA' DELLO SCIOPERO).

CGIL E UIL - Lo sciopero odierno è stato convocato dai sindacati Cgil e Uil per protestare contro "l'immobilismo del governo Renzi" e le sue politiche economiche e del lavoro, giudicate inadeguate. "La giornata del 12 – ha spiegato nei giorni scorsi Giacinto Forte, segretario generale della Cgil Puglia - dà voce a quella parte di Paese che non si rassegna. Ci aspettavamo un atteggiamento più netto nei confronti delle politiche europee per determinare un cambiamento vero. E invece sia il Job's Act sia la Legge di Stabilità non guardano al Mezzogiorno. Viene destrutturato il lavoro togliendo diritti". Lo sciopero odierno, assicurano i sindacati "aprirà un percorso di lotta  caratterizzato da una mentalità propositiva – spiegano Gianni Forte, Segretario Generale della Cgil Puglia e Aldo Pugliese, Segretario Generale della Uil di Puglia – al fianco di chi, più di tutti, sta pagando lo scotto della crisi e dell’immobilità del Governo, ovvero lavoratori, nuove generazioni e pensionati".

GLI STUDENTI - Alla mobilitazione indetta dai sindacati si uniranno anche gli studenti, che da alcune settimane portano avanti la protesta contro la riforma "La buona Scuola" con occupazioni e autogestioni negli istituti. "Le politiche che il governo Renzi sta intraprendendo - spiegano gli studenti dell'Uds - sono in continuità con il percorso che ha determinato la crisi, non prospettano alcuna via d’uscita alternativa: si affida ai privati il compito di finanziare la scuola pubblica; si continua a rendere precario il mondo del lavoro, diminuendo ancor di più i diritti e i servizi di welfare; si procede con la devastazione ambientale e dei beni comuni, dando il via alle trivellazioni nell’Adriatico e alla realizzazione della Tap senza considerare il parere contrario dei cittadini. "Mentre la disoccupazione giovanile supera il 43%, con il Jobs Act il Governo procede sulla strada della flessibilità estrema e della deregolamentazione, cause e non soluzioni dei livelli di disoccupazione così alti oggi – afferma Francesco Pagliarulo,  coordinatore regionale della Rete della Conoscenza –. Non possiamo più permettere che si giochi su una competizione al ribasso delle nostre vite e delle competenze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale, i cortei attraversano la città. Studenti e lavoratori in piazza contro il governo

BariToday è in caricamento