Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

Sciopero generale, il corteo dei lavoratori invade il centro

Altissima l'adesione alla manifestazione della Cgil Puglia: secondo gli organizzatori circa 15.000 persone giunte da tutta la regione per dire no alla manovra del governo

Un'adesione "oltre le aspettive": usa queste parole Giovanni Forte, segretario regionale della Cgil Puglia per descrivere la massiccia partecipazione alla manifestazione organizzata oggi dal sindacato per protestare contro la manovra economica del governo. Partito da piazza Castello intorno alle 9, il corteo si è snodato per le strade del centro cittadino per poi convergere in Piazza Prefettura per il comizio finale. In piazza circa 15.000 persone, tanti lavoratori, naturalmente, della Cgil e non solo, ma anche tantissimi giovani, studenti, pensionati. "La gente non ne può più e questo è il segno. - ha commentato Forte - Oltre ai sindaci c'é tanta gente della società civile che si è unita a noi perché ha voglia di cambiamento".

Ad aprire il corteo una folta delegazione di lavoratori migranti, alcuni dei quali arrivati in pullman dalla provincia di Foggia. Presenti anche esponenti politici locali, come il segretario del Pd regionale Sergio Blasi, l'assessore regionale alle Politiche Giovanili Nicola Fratoianni e l'assessore regionale al Turismo Silvia Godelli.

Sul palco per il comizio finale, oltre al segretario regionale Giovanni Forte, anche il segretario confederale nazionale della Cgil, Fabrizio Solari. Tra le richieste della Cgil al governo, ribadite oggi con forza in tutte le manifestazioni tenutesi nelle diverse città italiane, oltre a quella di "recuperare le risorse della manovra dai grandi capitali", c'é soprattutto quella di "ritirare immediatamente l'articolo 8 dalla manovra che toglie dignità al lavoro".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale, il corteo dei lavoratori invade il centro

BariToday è in caricamento