Economia

Flai-Cgil Fai-Cisl e Uila-Uil mobilitati per lo sciopero generale dei lavoratori agricoli

Flai-Cgil Fai-Cisl e Uila-Uil sono mobilitati per lo sciopero generale dei lavoratori agricoli di 8 ore per il giorno 27/04/2012, contro i tentativi di precarizzazione e marginalizzazione del lavoro agricolo, previsto dal Governo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Modificare l’art. 11 del disegno di legge di riforma del mercato del lavoro, che estende il cosiddetto voucher pensato per i lavori occasionali di studenti e pensionati, a tutto il lavoro stagionale in agricoltura; ripristinare il divieto di utilizzo del lavoro accessorio per le aziende agricole con un volume di affari superiore a 7.000 euro l’anno ed eliminare il comma che prevede che le prestazioni di lavoro accessorio possano essere rese nell’ambito di attività agricole stagionali. E’ ciò che chiedono unitariamente le segreterie regionali Flai-Cgil Fai-Cisl e Uila-Uil con lo sciopero generale dei lavoratori agricoli di 8 ore previsto per il giorno 27/04/2012.

Modifiche indispensabili per evitare che il mancato pagamento di tasse e contributi nel settore agricolo venga legalizzato e che i lavoratori stagionali si ritrovino senza più tutele pensionistiche e assistenziali; Con i voucher i lavoratori e le lavoratrici dell’agricoltura diventano dei precari senza ritorno, senza diritti e con compensi miseri ed erogati sempre più in nero. Questo in una realtà,dove le evasioni contrattuali e contributive la fanno da padrone,dove i fenomeni del caporalato e l’intermediazione sono sempre più elementi di inquinamento del mercato del lavoro.

 Pertanto, Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil, con la mobilitazione e lo sciopero intendono respingere un tentativo di precarizzazione del mercato del lavoro e tentativi di fare cassa sulla parte più debole del mercato del lavoro quali donne e giovani, con tagli alle prestazioni previdenziali e pensionistici, ed affermare la cultura del diritto, del rispetto delle norme contrattuali e della legalità nelle campagne.

La manifestazione avrà inizio alla ore 9.00 con un corteo che partirà da Piazza Castello e si concluderà con un comizio in Piazza Federico II di Svevia, nel quale interverranno i segretari delle rispettive organizzazioni sindacali, sia nazionali che locali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flai-Cgil Fai-Cisl e Uila-Uil mobilitati per lo sciopero generale dei lavoratori agricoli

BariToday è in caricamento