Il 9 luglio sciopero degli operatori porta a porta a Gravina, i sindacati: "Lavoratori operano in situazioni di precarietà"

La giornata di agitazione è stata indetta da Cgil Fp, Cisl Fit e Ugl per chiedere migliori condizioni per i dipendenti poichè non vi sarebbero "locali i in cui dovrebbero effettuare le operazione di cambio d'abito e la cura dell’igiene personale"

Gli operatori ecologici del cantiere di Gravina in Puglia (Bari) scioperereranno il prossimo 9 luglio per protestare contro le condizioni dei lavoratori del servizio di raccolta porta a porta, gestito dall'azienda Raccolio. La giornata di agitazione è stata indetta da Cgil Fp, Cisl Fit e Ugl per chiedere migliori condizioni per i dipendenti poichè non vi sarebbero "locali i in cui dovrebbero effettuare le operazione di cambio d'abito e la cura dell’igiene personale come docce e spogliatoi". I sindacati invitano "l'Amministrazione comunale a prendere provvedimenti per la situazione di precarietà della quale operano i lavoratori in assenza di strutture adeguate alle normative in essere"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento