Economia

Scioperano i lavoratori dell'igiene urbana di Santeramo, Cgil: "Più sicurezza per gli operatori"

I sindacati hanno richiesto la convocazione di un tavolo con il Comune e l'azienda Asv: "In caso contrario saremo costretti a proclamare altre due giornate di sciopero, garantendo i servizi essenziali"

I lavoratori dell'igiene urbana della citttà di Santeramo hanno incrociato le braccia per chiedere "più sicurezza" nelle attrezzature e strutture da loro utilizzare per effettuare giornalmente il servizio. La giornata di sciopero era stata proclamata da Fp Cgil e Fiadel. Il personale ha effettuato anche un presidio davanti al Comune: "Chiediamo - spiega Antonio De Leo, Fp Cgil - il rispetto delle norme di sicurezza", denunciando la situazione degli automezzi utilizzati per la raccolta differenziata, ritenuti insicuri poiché "sprovvisti di pedane posteriori antisdrucciolo", ma anche lo stato del capannone e l'assenza di spogliatoi, nonchè il "ritardo del pagamento dei buoni pasto". 

I sindacati hanno richiesto la convocazione di un tavolo con il Comune e l'azienda Asv: "In caso contrario - aggiunge De Leo - saremo costretti nelle prossime 48 ore, a proclamare altre due giornate di sciopero, garantendo i servizi essenziali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scioperano i lavoratori dell'igiene urbana di Santeramo, Cgil: "Più sicurezza per gli operatori"

BariToday è in caricamento