Economia Bari Vecchia / Piazza Libertà

Sciopero del Pubblico Impiego, protesta itinerante dei lavoratori dell'Usb

A bordo di un trenino la protesta del sindacato ha toccato le sedi di INPS, INAIL, Regione, "luoghi simbolo della distruzione dello stato sociale" per poi concludersi con un sit-in in piazza Prefettura

Una protesta itinerante attraverso "i luoghi simbolo della distruzione dello stato sociale messa in atto dai sadici e "masochisti" meccanismi del nuovo Governo Renzi". E' l'iniziativa organizzata questa mattina a Bari dall'Usb (Unione sindacale di base) in occasione dello sciopero del pubblico impiego proclamato a livello nazionale.

A bordo di un trenino, partendo da piazza Prefettura, i manifestanti hanno raggiunto la sede dell’INPS, quella dell’INAIL, il Palazzo del Presidente della Regione, la sede regionale della Rai per poi ritornare dinanzi al Palazzo di Città, dando vita ad un presidio.

Lo sciopero si è tenuto in contemporanea in tutte le città italiane. "Si tratta di migliaia di lavoratori e lavoratrici in carne e ossa – una realtà ben diversa dalle e-mail  sbandierate dal ministro Madia -  che dicono No a una P.A. ridotta a sportello per le imprese e concretamente rivendicano lo sblocco economico immediato dei contratti pubblici, buona occupazione, lavoro stabile, reinternalizzazione dei servizi, investimenti nella P.A. per rilanciare il welfare. Che chiedono anche democrazia nei luoghi di lavoro, e respingono al mittente la demagogia con cui si vogliono distruggere decenni di diritti e conquiste sindacali. Una giornata di lotta - conclude una nota del sindacato nazionale - che lancia un duro monito al governo Renzi e costruisce un ponte con la prossima mobilitazione del 28 giugno, la manifestazione nazionale a Roma che aprirà il “Controsemestre europeo” per rompere la gabbia dell’UE".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero del Pubblico Impiego, protesta itinerante dei lavoratori dell'Usb

BariToday è in caricamento