Economia

Social card, stanziati i contributi per 900 famiglie baresi

Potranno beneficiare di un contributo da un minimo di 231 a un massimo di 404 euro al mese. Ma dal finanziamento restaranno fuori almeno 2000 famiglie

Saranno all'incirca 900 le famiglie baresi che potranno usufruire della social finanziata dal ministero del Lavoro. Grazie ai circa tre milioni di euro destinati al capoluogo pugliese, questi nuclei familiari potranno ricevere un contributo per le spese alimentari che andrà da un minimo di 231 a un massimo di 404 euro al mese.

Una somma importante, quella stanziata dal governo per Bari, ma non sufficiente. In  città, infatti, ad avere i requisiti richiesti per poter ottenere la 'social card', ovvero un reddito inferiore ai 3.000 euro annui, sono all'incirca tremila famiglie. "Sarà drammatico scegliere le famiglie beneficiarie - ha commentato il sindaco Emiliano - ma si tratta comunque di un buona notizia poterle aiutare".

Ad avere la precedenza saranno quindi i nuclei con figli minori o disabili. In ogni caso a fine febbraio sarà pubblicato il bando dal Comune in base al quale si stilerà la graduatoria che permetterà di assegnare il contributo. Il Comune di Bari, però, vuole sfruttare l'occasione per intervenire anche sul futuro delle famiglie in difficoltà: "con altri 300.000 euro dei Piano sociali di zona - ha spiegato il sindaco - vogliamo affiancare un percorso di inserimento lavorativo". Infatti le persone che si rivolgeranno alle circoscrizioni per richiedere la 'social card', potranno sostenere colloqui di orientamento al lavoro, richiedere la compilazione di un 'curriculum vitae' e l'aiuto di un tutore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Social card, stanziati i contributi per 900 famiglie baresi

BariToday è in caricamento