Economia

Studio e tirocini all'estero, dal Miur un milione di euro all'Università di Bari

I fondi stanziati dal Ministero dell'Università e della Ricerca a "sostegno della mobilità internazionale degli studenti". Altri 280mila euro andranno ad assegni per le attività di tutorato e didattico-integrative

Nuovi fondi dal Miur all'Università di Bari a sostegno dei programmi per la mobilità internazionale degli studenti. Lo annuncia l'Ateneo barese in una nota. In particolare, il Ministero ha disposto l’assegnazione di un milione e 88mila euro, con un incremento di 902.110 rispetto all'anno precedente.

"Inoltre - è detto ancora in una nota - il Ministero ha disposto l'ulteriore assegnazione dell'importo di Euro 284.756,00 (incremento di 18.817,00), quale contributo per l'anno 2014 a titolo di "assegnazione, agli studenti capaci e meritevoli, iscritti ai corsi di laurea (magistrale), delle scuole di specializzazione per le professioni forensi, e ai corsi di dottorato di ricerca, di assegni per l'incentivazione delle attività di tutorato di cui all'articolo 13 della legge 19 novembre 1990, n. 341, nonché per le attività didattico-integrative, propedeutiche e di recupero”.

"L’importante risultato finanziario conseguito - si sottolinea nel comunicato - consentirà agli studenti di realizzare esperienze di studio e di tirocinio formativo all'estero. Non solo. Il maggior numero di assegni per l'incentivazione delle attività di tutorato e  didattico - integrative, propedeutiche e di recupero, consentirà ai nostri studenti di poter svolgere esperienze di lavoro".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studio e tirocini all'estero, dal Miur un milione di euro all'Università di Bari

BariToday è in caricamento