Economia

"Ryanair taglia, Trenitalia non rispetta i patti: Vendola fermi la mattanza"

L'allarme del capogruppo Pdl in Consiglio regionale Rocco Palese sulla situazione dei trasporti in Puglia e punta il dito contro i finanziamenti regionali concessi a Ryanair

Trenitalia non rispetta gli impegni presi nei mesi scorsi per il ripristino di alcuni collegamenti da e per la Puglia, Ryanair riduce i voli dall'aeroporto di Bari e la Regione Puglia non può restare a guardare. A lanciare l'allarme sulla situazione dei trasporti pugliesi è il capogruppo Pdl in Consiglio regionale, Rocco Palese.

"Non è solo il Presidente Introna che può condurre questa battaglia e non va condotta solo contro Trenitalia - afferma Palese  in una nota - Il Presidente Vendola, ormai distratto dalla campagna delle primarie, sta consentendo senza aprire bocca, una vera e propria mattanza sui collegamenti aerei e ferroviari da e per la Puglia".

Ma l'attacco di Palese si indirizza soprattutto verso i finanziamenti assegnati dalla Regione Puglia a Ryanair, accusata di praticare tagli che danneggiano la Puglia pur continuando a percepire soldi pubblici. "Intanto Ryanair che dal 2009 ad oggi ha incassato dalla Regione Puglia ben 35 milioni di euro (iva compresa) di soldi pubblici - afferma ancora - col passaggio all'orario invernale elimina il volo serale da Bari a Roma con un doppio danno: alla perdita di questo collegamento si aggiunge che Alitalia, non avendo praticamente più alcuna concorrenza su quella tratta a quell'ora, ha immediatamente raddoppiato i prezzi". "Il risultato è che - aggiunge - se da Bari si vuole volare a Roma in settimana, e non alle 6 di mattina, si arriva a spendere fino a 300 euro".

"Chiediamo al Presidente Vendola e all’assessore Minervini - aggiunge Palese -  di venire a riferire in Consiglio sui motivi della totale inerzia del Governo regionale e di Aeroporti di Puglia rispetto ad una compagnia che beneficiando di contributi regionali, dovrebbe essere sottoposta anche al controllo della Regione e al mantenimento di determinati servizi. Tutto ciò ripropone la questione che solleviamo da tempo: perché questo cospicuo finanziamento viene affidato solo e direttamente a Ryanair senza alcun obbligo per la compagna e non viene, piuttosto suddiviso con procedure di evidenza pubblica tra tutte le compagnie low cost disposte a coprire quelle tratte a prezzi concorrenziali? E perché viene consentito ad Alitalia di ignorare gli aeroporti di Bari e Brindisi da tutte le offerte promozionali sui voli nazionali?”.
 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ryanair taglia, Trenitalia non rispetta i patti: Vendola fermi la mattanza"

BariToday è in caricamento