Taglio ai vitalizi, in Puglia "scritta una pagina storica": destinati 530mila euro alle malattie rare

Il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe spiega che si tratta di fondi provenienti dal taglio ai vitalizi, nel periodo compreso tra maggio 2018 e novembre 2019

“Abbiamo scritto una nuova pagina per i pugliesi. Dimostrando con atti concreti che, quando c’è la reale volontà politica, si possono ottenere grandi risultati: in Puglia il taglio ai vitalizi consentirà di sostenere progetti per la ricerca sulle malattie rare. Ogni euro risparmiato dai costi della politica servirà ad alimentare speranza nella cura e nella prevenzione”.

Esprime soddisfazione il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, per il via libera dall’ufficio di presidenza del Consiglio Regionale – organo consiliare di cui è componente – all’accantonamento di 563mila euro da destinare a progetti sulla ricerca.

“Si tratta di fondi provenienti dal taglio ai vitalizi, nel periodo compreso tra maggio 2018 e novembre 2019 – spiega il consigliere – che consentiranno di finanziare, tramite appositi bandi, almeno cinque progetti sulla ricerca, ciascuno dell’importo massimo di 100mila euro. Risorse vitali per sostenere il mondo scientifico considerando che secondo i dati in possesso del Coordinamento regionale sulle malattie rare, attivo da marzo 2010, ci sono ben 19mila e 300 pugliesi con diagnosi di una malattia rara. E la maggior parte di queste diagnosi è effettuata in età pediatrica”.

“Oggi sono fiero di questa scelta del Consiglio Regionale – spiega Turco – non in quanto politico, ma in quanto medico. La mia professione mi ha messo ogni giorno di fronte a pazienti, di qualunque età e di qualunque condizione sociale, che chiedono solo una cosa: poter essere assistiti e curati. Soprattutto se devono combattere con mostri e malattie su cui la medicina non ha ancora contezza nelle cure”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ora mi auguro che anche a livello nazionale – conclude Turco – l’esempio della Regione Puglia sia di stimolo ad altre Regioni, dimostrando che non sono inutili carrozzoni ad uso e consumo della tanto vituperata casta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

  • Le Frecce Tricolori arrivano a Bari. Sorvolo in mattinata, la Prefettura: "Evitate gli assembramenti"

Torna su
BariToday è in caricamento