menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tasse: 10 miliardi di euro dai pugliesi per le quattro imposte principali

A tanto ammonta la cifra versata dai pugliesi all'Erario per pagare Irpef, Iva, Irap e Ires. A rivelarlo un'analisi di Confartigianato Puglia

Dieci miliardi di euro per le principali quattro imposte. A tanto ammonta la cifra versata dai pugliesi all’Erario per pagare Irpef, Iva, Irap e Ires. A rilevarlo è il rapporto del Centro Studi di Confartigianato Imprese Puglia che ha aggregato ed elaborato i dati del Dipartimento delle Finanze che fanno riferimento alle dichiarazioni del 2013 (anno d’imposta 2012).

Per la precisione, sono stati versati 9.814.954.000 euro, con le dichiarazioni del 2013 (anno d’imposta 2012), in calo di 52,7 milioni, pari ad un tasso negativo dello 0,5 per cento rispetto all’anno prima (9. 867.650.000).

"Il quadro approntato dal nostro Centro Studi – commenta Francesco Sgherza, presidente di Confartigianato Imprese Puglia - evidenzia quale sia il valore assoluto della pressione fiscale sui contribuenti e sulle imprese del nostro territorio, così elevata da produrre un gettito pari a quasi 10 miliardi di euro. Inoltre ci consente di avere un dato indiretto sullo stato dell’economia regionale. E’ del tutto chiaro che ci troviamo di fronte ad un forte calo del gettito complessivo così come ad una caduta dei redditi medi dichiarati. Una riforma fiscale organica e completa – conclude Sgherza– è sempre più una priorità nell’ottica di una reale riduzione della pressione su imprese e contribuenti e di una consistente semplificazione degli oneri".

IRPEF - L'imposta sul reddito delle persone fisiche ha visto il versamento di 6,3 miliardi di euro  da parte di 2.598.902 contribuenti pugliesi che hanno così assolto all’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi. Rispetto all’anno prima sono aumentati di 13.544 unità, pari allo 0,5 per cento (erano 2.585.358 nel 2012). Tuttavia, hanno dichiarato 388,6 milioni di euro in meno, pari a un tasso negativo dell’uno per cento. Il reddito complessivo dichiarato ammonta a 39 miliardi di euro, contro i 39,4 dell’anno precedente. Il reddito medio è di 15.570 euro, contro i 19.747 della media nazionale.

IVA - Riguardo all’imposta sul valore aggiunto (Iva), il gettito ammonta a due miliardi 425 milioni. Rispetto all’anno precedente sono state 25.202 in più, registrando un incremento dell’8 per cento (nel 2012 erano 315.428). Il volume d’affari dichiarato è diminuito di 3,2 miliardi di euro, pari ad una flessione del 4 per cento: da 79,9 miliardi a 76,8. Il totale degli acquisti e, in piccola parte, delle importazioni, risultante da 306mila dichiarazioni, ha superato i 61 miliardi, con una media di 199mila euro, ma in calo del 12,6 per cento rispetto al dato precedente (228mila euro).

IRAP - Circa l’imposta regionale sulle attività produttive (Irap), le imprese pugliesi, esclusi gli enti pubblici locali, hanno versato 552,9 milioni. Ogni azienda paga, in media, 3.118 euro per l’IraP. Dalle dichiarazioni è possibile dedurre il valore della produzione che si attesta a 16,8 miliardi di euro (contro i 18 dell’anno precedente). In media, ogni contribuente ha dichiarato 57.683 euro (contro i 63.499 dell’anno prima).

IRES - Per l’imposta sul reddito delle società (Ires), le aziende pugliesi hanno versato mezzo miliardo di euro. Rispetto all’anno prima, il gettito è diminuito di circa 40 milioni, pari al 7,4 per cento (erano stati versati 539 milioni).
Sono state presentante 57.947 dichiarazioni, pari al 5,28 del totale nazionale (1.097.413). L’anno prima ne erano state presentate 57.278. Si è registrato, dunque, un aumento dei modelli Ires inviati al Fisco (669 in più, pari all’1,2 per cento). Per alcune società di capitali il periodo d’esercizio non coincide con l’anno solare e, perciò, il termine ultimo per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno d’imposta 2012 è stato settembre 2014.

Il reddito d’impresa medio è di 67.773 euro, in calo del 6,4 per cento rispetto all’anno prima (72.388), mentre la perdita media è di 55.865, in aumento dell’1,1 per cento (55.245 nell’anno d’imposta 2011).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento