Tavola rotonda "IV direttiva UE antiriciclaggio: come cambia lo scenario"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Venerdì 21 ottobre alle ore 15,00, presso l'Hotel Parco dei Principi di Bari, è in programma la tavola rotonda "IV Direttiva UE Antiriciclaggio: come cambia lo scenario".

Organizzato dalla European School of Banking Management, l'incontro intende analizzare i recenti cambiamenti introdotti dalla nuova normativa e sottolineare il ruolo cruciale svolto dalla formazione qualificata nella lotta al riciclaggio.

Partendo dall'analisi delle novità introdotte dalla IV Direttiva Europea in materia di Antiriciclaggio, gli interventi in programma analizzeranno l'evoluzione dello scenario di quanti operano nel settore, con un focus particolare su alcuni dei soggetti obbligati, quali le banche e le società di giochi e scommesse.

Dopo decenni di norme volte a contrastare il fenomeno del riciclaggio di denaro sporco e del finanziamento al terrorismo, il legislatore europeo ha deciso - tra le altre cose - di allargare la definizione del reato, includendo i reati fiscali connessi alle imposte dirette e indirette, e diestendere l'obbligo normativo anche ai soggetti che negoziano beni, oltre agli istituti finanziari e creditizi e alle persone fisiche e giuridiche.

Questo significa che, per adempiere agli obblighi di legge è necessario che i soggetti destinatari degli obblighi si avvalgano di figure professionali qualificate, in grado di riconoscere, segnalare e verificare le operazioni sospette.

Dopo i saluti istituzionali del Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Senatore Massimo Cassano, alla tavola rotonda parteciperanno - tra gli altri - l'ex Direttore delle sedi di Bari e Trento della Banca d'Italia, Giorgio Salvo, il Direttore Regionale dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli di Stano, Rachele Cantelli, i founding partners della Q.I. Solutions, Matteo Tonelli e Andrew Wilson e il Direttore della European School of Banking Management, Sergio Silvestri.

La European School of Banking Management è uno dei poli italiani d'eccellenza specializzati nella formazione bancaria. La sua offerta formativa si articola in master e corsi di specializzazione progettati per incontrare le diverse necessità degli istituti bancari, delle società finanziarie e delle società assicurative. Fortemente specializzata in materia di Antiriciclaggio, la European School of Banking Management è l'unica Scuola di Management in Italia ad erogare un programma Master sul tema specifico con "l'Anti-Money Laundering Diploma".

Torna su
BariToday è in caricamento