Economia

Tecnologia mobile e marketing locale, esperienze a confronto in Fiera

Nel padiglione di The Hub Bari il workshop organizzato dall'agenzia di comunicazione Bonsai Marketing sulle nuove opportunità di sviluppo offerte alle PMI dal web mobile. A partire da una convinzione: il mobile è locale

Un momento del workshop in Fiera

Il futuro del web è sempre più legato alla diffusione delle tecnologie mobili. E il mobile web è locale. Perché l'utente che si connette da smartphone e tablet lo fa molto spesso per cercare luoghi o servizi che siano vicini al posto in cui si trova, da poter raggiungere facilmente. Quale occasione migliore per le piccole e medie imprese per conquistare nuovi clienti e fidelizzarli? A patto, però, di essere capaci di 'farsi trovare' sul web e di offrire all'utente un servizio pensato apposta per la fruizione mobile.

Una sfida, dunque, ma allo stesso tempo una grande opportunità di crescita per le aziende locali, di cui giovani startupper, imprenditori, esperti ed appassionati del settore hanno discusso ieri in Fiera. Ad ospitare l'incontro, organizzato dall'agenzia di comunicazione Bonsai Marketing, uno degli spazi più interessanti della 76esima Fiera del Levante: il padiglione di The Hub Bari, lo spazio di coworking in cui i giovani creativi pugliesi si sono dati appuntamento per presentare le proprie idee e iniziative al pubblico della campionaria.

A discutere del tema, moderati da Giampaolo Arghittu, responsabile relazioni istituzionali dell'EAI (European Alliance for Innovation) tre esperti del settore: Albert Antonini Mangia, responsabile marketing di RTI Interactive Media, Alessandro Mura, co-fondatore di Netxtology e Antonio Perfido, responsabile marketing di Elabora. Ad aprire l'incontro Sergio Ventricelli, presidente dei Giovani Confapi.

Ripercorrendo lo sviluppo del mobile web - che vede come punto di svolta il 2007, anno in cui  Apple lancia sul mercato il primo iPhone - e portando come esempio casi concreti di aziende che hanno scelto di investire in campagne di mobile marketing - i relatori hanno passato in rassegna le possibilità di direct marketing che i dispositivi mobili come smartphone e tablet offrono alle piccole e medie imprese. Come la possibilità inserzioni a pagamento nei motori di ricerca (vedi Google Adwords) che permettono all'utente di mettersi in contatto diretto con l'impresa con un semplice click (con una chiamata, o una e-mail) o come le strategie di "push notification" basate sulla geolocalizzazione, fino alla possibilità di creare apps fatte su misura dell'impresa da mettere a disposizione dell'utente.

Numerose le opportunità già offerte, ancora maggiori gli spazi di sperimentazione in un settore, quello del mobile marketing, in piena evoluzione, ma che promette di diventare uno strumento prezioso di crescita per le piccole e medie imprese. A patto che esse siano disposte a raccogliere la sfida già da ora.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tecnologia mobile e marketing locale, esperienze a confronto in Fiera

BariToday è in caricamento