Giovedì, 29 Luglio 2021
Economia

Trasporti: Fit Cisl, in Puglia prospettive di sviluppo ed occupazione

Investimenti Enav, Rfi e porto di Taranto argomenti della tavola rotonda al X congresso

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday
"Sono emerse posizioni ed impegni molto positivi durante la tavola rotonda organizzata nell'ambito del X congresso della Federazione dei trasporti della Cisl di Puglia". Lo annuncia il Segretario generale della Fit regionale Pietro Vasco che, durante la seconda giornata di lavori dell'assise sui trasporti, ha messo a confronto Enav, Rfi, Autorità portuale e sindacato riguardo il ruolo nazionale della Puglia dei trasporti oltre alla strategicità delle infrastrutture regionali nel panorama mediterraneo.
In particolare, durante il dibattito, l'amministratore di Enav Massimo Garbini si e' impegnato sul "futuro del Centro di controllo aereo dell'Enav di Brindisi - sia per l'attuale attività che per il passaggio del controllo militare alla sede dell'Ente brindisino - ipotizzando un aumento di occupazione, diretta e indiretta, oltre alla necessità di una nuova torre di controllo, al di là di qualche necessaria ottimizzazione per ridurre i costi che interessa tutti i centri d'Italia".
Nessun ridimensionamento per la Puglia, quindi, secondo la Fit Cisl anzi secondo l'Amministratore delegato di Rfi, Michele Elia"l'importanza per il sud e la Puglia è primaria nella costruzione della linea ad Alta capacità Foggia-Napoli. Si prevedono anche - ha aggiunto - ulteriori interventi tecnologici per aumentare la velocità anche delle linee Bari-Lecce e Bari-Taranto riducendo in modo consistente i tempi di percorrenza dei convogli". Sulla costruenda tratta Fg-Na, inoltre, Elia ha ipotizzato che la manutenzione ordinaria possa essere svolta dai lavoratori Rfi pugliesi essendo la Puglia "linea strategica".
Sul fronte del trasporto marittimo il dibattito della Tavola rotonda è stato riacceso dall'ingegnere Domenico Daraio, dell'Autorità portuale di Taranto il quale ha messo in risalto l'eccessiva "burocratizzazione per gli investimenti nel porto del capoluogo ionico, nonostante il cammino degli investimenti di 450 milioni di euro previsti sia in corso".
Anche dalla politica la Puglia dei trasporti ha ricevuto rassicurazioni dal Presidente della V Commissione consiliare regionale, Donato Pentassuglia, il quale ha sottolineato "la grande attenzione e gli interventi della Regione per concretizzare, ed anche aiutare, gli investimenti produttivi nelle infrastrutture dei trasporti della regione".
I vertici nazionali della Fit Cisl "ormai da tempo - ha sottolineato Giovanni Luciano, Segretario generale della federazione dei Trasporti - evidenziano la strategicità e necessità degli investimenti della Puglia quale ponte necessario ed indispensabile tra il mediterraneo, l'Italia e il cuore dell'Europa con un forte intreccio con i corridoi europei Ten-t, attraverso una necessaria cabina di regia".
"Ci riteniamo soddisfatti - ha concluso Vasco - di quanto detto dagli ospiti e degli impegni assunti dai partecipanti. La Fit Cisl, comunque vigilerà affinché alle parole seguano i fatti".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti: Fit Cisl, in Puglia prospettive di sviluppo ed occupazione

BariToday è in caricamento