Economia

Servizi scadenti e biglietti troppo cari, la Consulta consumatori diffida Trenitalia

Le associazioni dei consumatori pugliesi hanno predisposto una diffida a Trenitalia per la cattiva qualità del servizio di trasporto ferroviario e l'aumento ingiustificato del prezzo dei biglietti. Attivato anche un numero verde per raccogliere reclami e denunce degli utenti

Associazioni dei consumatori sul piede di guerra. Nel corso di un incontro tenutosi oggi con il governatore pugliese Nichi Vendola, le associazioni, riunite nell'Istituto pugliese del Consumo e nella Consulta regionale dei consumatori e utenti, hanno illustrato le iniziative che stanno mettendo in campo contro Trenitalia.

A muovere i consumatori, non soltanto la preoccupazione per i tagli ai collegamenti ferroviari decisi dall'azienda guidata da Moretti, ma anche la volontà di denunciare un progressivo deterioramento della qualità del servizio offerto, a fronte di un eccessivo e ingiustificato aumento delle tariffe. Per queste ragioni le associazioni hanno predisposto una diffida nei confronti di Trenitalia, necessaria al successivo avvio di una class action contro l'azienda, e hanno presentato un esposto all'Antitrust relativamente all'aumento dei prezzi e alla "beffa" delle tariffe scontate.

Istituito infine un numero verde (800661834), attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle 13.00, che permetterà di raccogliere reclami e denunce degli utenti, al fine di attivare le eventuali azioni di risarcimento danni.
 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi scadenti e biglietti troppo cari, la Consulta consumatori diffida Trenitalia

BariToday è in caricamento