Ugl Sanità Puglia a Emiliano: "I contratti sottoscritti non si cambiano"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

UGL SANITA' PUGLIA SCRIVE AL GOVERNATORE EMILIANO: “I CONTRATTI SOTTOSCRITTI NON SI CAMBIANO. NO A COLPI DI MANO DAL GRUPPO UNIVERSO SALUTE" E' un autentico colpo di mano quello che il gruppo Universo Salute, subentrato qualche anno fa nella gestione delle attività della Casa Divina Provvidenza (Opera Don Uva) di Bisceglie, Foggia e Potenza, sta cercando di compiere con la comunicazione di voler procedere al cambio di CCNL finora applicato nelle RSA. Per tale motivo la Ugl Sanità Puglia ha inviato una lettera al Presidente della Regione, e Assessore alla Salute, Michele Emiliano. “Preme sottolineare -scrive il Segretario della Ugl Sanità Puglia Giuseppe Mesto - che tale decisione unilaterale contrasta letteralmente con le buone e corrette relazioni sindacali previste dal CCNL tutt’ora in vigore; che Universo Salute non ha previsto alcun incontro di armonizzazione contrattuale; che durante le trattative intercorse illo tempore per il passaggio di gestione, i lavoratori sottoscrissero accordi individuali di lavoro che prevedevano l’applicazione del CCNL in vigore; che la decisione non segue all’apertura formale di alcuna crisi aziendale o ristrutturazione”. Il sindacalista poi prosegue: “La UGL Sanità vuole che ogni attore interessato, soprattutto l’Ente che lei rappresenta, informi dettagliatamente su tutte le attività accreditate e contrattualizzate ad oggi con il gruppo, il personale assegnato a ognuna di loro attualmente in organico. Tale richiesta, consentirà la possibilità di “segnalare” eventuali non conformità applicative del CCNL come previsto dalla Legge regionale di accreditamento e suoi regolamenti attuativi, ma soprattutto, nella malaugurata ipotesi di concretizzazione del “dumping contrattuale”, di monitorare l’eventuale passaggio del personale tra una struttura accreditata e l’altra all’interno del gruppo affinché non venga attuata artatamente, ma nel rispetto dei diritti acquisiti. La UGL Sanità chiede la massima attenzione delle Istituzioni in questo delicato momento sul Settore e sui lavoratori che operano nello stesso”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento