rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Economia

Droni impegnati nella ricerca di discariche abusive, l'Università di Bari partecipa al progetto internazionale

L'iniziativa è il frutto dell'accordo di cooperazione industriale, scientifica e tecnologica tra Italia e Israele: l'ateneo del capoluogo pugliese collaborerà con il Distretto Tecnologico Aerospaziale e con due aziende israeliane

Droni in azione per scoprire rifiuti illegali e discariche abusive. È questo l'obiettivo del progetto realizzato in collaborazione tra il Distretto Tecnologico Aerospaziale, l'Università di Bari, High Lander Aviation e Sightec. L'iniziativa 'Drone-Tech', come riporta l'Ansa, rientra nell'ambito del 'Bando industriale 2022' ed è frutto dell'accordo di cooperazione industriale, scientifica e tecnologica tra Italia e Israele.

L'ateneo barese, insieme al Distretto Tecnologico Aerospaziale, rappresenterà l'Italia nella partnership internazionale, la presenza di Israele sarà affidata alle aziende High Lander Aviation e Sightec. Le difficoltà che il progetto intende risolvere riguardano la lentezza e il costo dell'individuazione degli accumuli. L'uso dei droni permetterà di monitorare automaticamente, in tempi molto più brevi e con costi molto minori, ampie aree territoriali. Secondo i tecnici che si occupano del progetto, le immagini acquisite tramite l'intelligenza artificiale, che sfrutta i dati raccolti con speciali sensori aviotrasportati, permetterà di individuare e riconoscere la tipologia degli accumuli, rendendo più efficaci ed efficienti le operazioni di rimozione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droni impegnati nella ricerca di discariche abusive, l'Università di Bari partecipa al progetto internazionale

BariToday è in caricamento