C'è la cassa integrazione per i lavoratori degli ex Auchan di Casamassima e Modugno. Il futuro, però, resta incerto

I sindacati chiedono risposte alla Conad, pronta a subentrare quantomeno in parte nella struttura di Casamassima: "Guardiamo oltre il 2020"

E' stata avviata la procedura per la Cassa Integrazione Straordinaria per 8873 dipendenti degli ex ipermercati Auchan e Sma acquisiti da Margherita Distribuzione, società facente capo a Conad: tra questi ci sono i 238 lavoratori dell'ex Auchan di Casamassima (su 271, escluse le figure di regia) e i 141 del vecchio ipermercato di Modugno.

La comunicazione, inviata alle federazioni del commercio di Cgli, Cisl e Uil arriva alla vigilia dell’incontro previsto per il giorno 14 febbraio 2020 a Roma per la procedura di mobilità delle sedi precedentemente aperta dall’impresa.

Una situazione complicata, con diverse sfaccettature per i due ipermercati baresi, come spiega a BariToday il segretario Filcams Cgil Puglia, Barbara Neglia: "C'è un forte caos in riferimento alle varie procedure di mobilità - specifica -. Quella di Modugno è all'interno di una procedura di carattere nazionale,d ove l'azienda sta creando le condizioni per l'ottenimento della CiG, in vista di altri accordi con competitor". I lavoratori dell'ex ipermercato di Modugno fino a maggio hanno il piccolo paracadute del contratto di solidarietà.

Diversa, invece, la situazione per Casamassima: "Qui si ragiona - aggiunge Neglia - su 140 possibili assunzioni a fronte di 130 esuberi al momento non dichiarati. Non è ancora chiaro come funzioneranno le cose e dobbiamo capire come procedere. Per noi interessa cosa accadrà dopo il 2020".

I sindacati non hanno ancora ricevuto indicazioni chiare su "chi occuperà la superficie della struttura" dopo la riduzione degli spazi destinati all'ipermercato. Per questa ragione, sottolinea Neglia, "pretendiamo notizie, altrimenti sarò un grosso problema. Metteremo in campo tutte le iniziative anche di carattere sindacale necessarie per salvaguardare l'occupazione e aspettiamo di essere convocati dalla task force" conclude Neglia, auspicando novità "prima che sia troppo tardi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Donna trovata senza vita a Bari: morta dissanguata, in casa c'erano compagno e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento