Economia

Auchan via da Bariblu, arriva Ipersimply. Ma il futuro dei lavoratori resta incerto

Il gruppo locale Apulia Distribuzione ha confermato la volontà di investire nella struttura, ma riuscirà a riassorbire non più di 40-50 dipendenti. Boccuzzi (Cisl): "Trattativa tutta in salita, illegittima la procedura di licenziamento avviata da Auchan"

Una trattativa tutta in salita. La definiscono così i sindacati che ieri hanno partecipato al primo incontro con Auchan, dopo l'annuncio della volontà di lasciare entro il mese prossimo il centro commerciale Bariblu di Triggiano.

A rischio ci sono 119 posti di lavoro. Di questi, circa 40-50 potranno essere riassorbiti dalla società che ieri ha ufficializzato il suo interesse a subentrare - in parte - ad Auchan. Si tratta del gruppo locale, Apulia Distribuzione, che con il suo IperSimply, centrato sulla sola offerta food, andrà ad occupare circa 3500 metri quadri dei 7mila lasciati liberi dalla catena francese. "E' l'unica positiva dell'incontro - commenta Giuseppe Boccuzzi della Fisascat Cisl - Sindacati e lavoratori plaudono alla volontà di un imprenditore locale di investire e dare lavoro in un momento come questo, in cui a sostenere il settore della distribuzione sono proprio i medi gruppi locali, mentre i grandi operatori abbandonano il mercato".

Resta però da capire che fine faranno gli altri lavoratori che non potranno essere ricollocati in IperSimply. Si parla di un secondo operatore interessato, del settore dell'elettronica, ma per ora non ci sono nomi, né certezze. Durante l'incontro di ieri, i sindacati hanno innanzitutto contestato l'avvio, da parte di Auchan, dei licenziamenti collettivi. "Si tratta di una procedura illegittima - attacca Boccuzzi - In questo caso va attivato il trasferimento del ramo d'azienda, che prevede che i lavoratori vengano traslati o a chi subentra o temporaneamente alla proprietà immobiliare, come già accaduto quando andò via Standa, poi sostituita da Auchan. In questo senso, abbiamo chiamato alle sue responsabilità momentanee anche Tricenter (la holding immobiliare proprietaria del centro commerciale, ndr)".

Per verificare quali siano le possibile soluzioni, nei prossimi giorni i sindacati torneranno ad incontrare le aziende coinvolte: per il 22 gennaio è fissata una riunione Auchan, il 23 ci sarà l'incontro con Apulia Distribuzione per esaminare il piano proposto e il 30 quello con Tricenter. "E' una vertenza tutta in salita - ripete Boccuzzi - Ma se non arriveranno i segnali che ci aspettiamo - promette - i lavoratori sono pronti ad un mese di proteste e mobilitazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auchan via da Bariblu, arriva Ipersimply. Ma il futuro dei lavoratori resta incerto

BariToday è in caricamento