Economia

Ex CCR, la vertenza approda in Consiglio regionale

La vicenda dei 450 lavoratori delle ex Case di Cura Riunite sarà domani al centro di un incontro in via Capruzzi, dove gli ex dipendenti hanno allestito un presidio permanente

La protesta dei lavoratori delle ex Case di Cura Riunite non si ferma. Dopo le iniziative dei mesi scorsi, che hanno portato anche all'occupazione della Cattedrale, i lavoratori hanno deciso di allestire da alcuni giorni un presidio permanente sotto i portici di via Capruzzi. Un modo per ricordare quotidianamente, con la loro presenza, una vertenza che si trascina da quasi venti anni.

Nonostante gli impegni assunti qualche settimana fa dalla task force regionale per l'occupazione  nulla di concreto è ancora avvenuto. Nel frattempo, la Regione ha annunciato di dover procedere alla riduzione dei beneficiari della cassa integrazione a causa delle scarse risorse a disposizione.

Per cercare una soluzione alla vertenza, il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna ha convocato per domani in via Capruzzi un tavolo di lavoro politico, allargato ad Anci ed UPI. "Si tratta di ricollocare nel mondo del lavoro una parte dei 450 dipendenti in mobilità e di cercare soluzioni diverse (pensionamento anticipato) per i 110 più anziani, dai 58 ai 67 anni", spiega Introna in una nota.

"Intanto - precisa Introna - è urgente garantire la prosecuzione del trattamento di mobilità per tutti gli interessati, già scaduto".

La decisione di convocare una riunione a livello politico è venuta in seguito all’incontro che il presidente Introna ha tenuto con una delegazione del comitato di protesta, considerata la situazione di precarietà e l’esigenza di garantire un futuro atteso da tempo dai lavoratori e dalle loro famiglie, Al tavolo, domani, interverranno gli assessori Gentile e Attolini, il capo di Gabinetto, il responsabile della task force occupazionale della Presidenza della Giunta e i presidenti di Upi, Francesco Schittulli e Anci, Luigi Perrone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex CCR, la vertenza approda in Consiglio regionale

BariToday è in caricamento