menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coop Estense, trattativa in stallo: a fine mese un nuovo incontro

Coop ha ribadito la volontà di procedere all'esternalizzazione del reparto alimentare nei punti vendita di Santa Caterina, MOlfetta e Brindisi, gestendo gli esuberi con contratti di solidarietà. Ma i sindacati respingono la proposta

Incontro rinviato al prossimo 30 giugno. Ancora troppo distanti le posizioni di Coop e sindacati per trovare un accordo sulla vertenza che vede a rischio mobilità 147 dipendenti tra i punti vendita di Puglia e Basilicata. E così, il tavolo fissato per ieri al Ministero del Lavoro si è concluso con un nulla di fatto.

Nel corso dell'incontro, i vertici Coop hanno ribadito la volontà di sperimentare, per un periodo fino a due anni, l'esternalizzazione del reparto alimentari negli iper di Bari-Santa Caterina, Molfetta e Brindisi, ricorrendo a società esterne per il lavoro notturno. Nella proposta della cooperativa, gli esuberi sarebbero gestiti con contratti di solidarietà, e verrebbero riconosciuti incentivi per la mobilità volontaria. Verrebbero inoltre sospesi alcuni punti del contratto integrativo aziendale (relativi a maggiorazioni per i festivi, indennità di funzione, mensa), per un risparmio stimato di circa 1,3 milioni di euro.

Le misure non sono però condivise dai sindacati, che hanno ottenuto una nuova convocazione del tavolo ministeriale con proroga al 30 giugno, per evitare l'effettiva chiusura della procedura di licenziamento per 147 lavoratori. Nei prossimi giorni sono previste assemblee sindacali nei diversi punti vendita per illustrare ai dipendenti le proposte avanzate dai vertici Coop.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento