Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia

Incertezza senza fine sul futuro dell'ex Auchan di Modugno, revocato lo sciopero: "Contatti avviati con l'azienda"

L'agitazione era stata comunicata da Filcams Cgil Puglia e Uiltucs Uil Puglia: "Non si può giocare con le vite dei lavoratori e delle lavoratrici che hanno necessità di lavoro buono e stabile".

Filcams Cgil Puglia e Uiltucs Uil Puglia hanno proclamato uno sciopero di tre giorni, dal 14 al 16 maggio prossimi, da parte dei lavoratori del punto vendita ex Auchan di Modugno, per il quale si prospetta una cessione a un altro operatore (si parla di Despar) del centro commerciale "a seguito della volontà del gruppo Conad" di non acquisirlo. I sindacati temono una "conseguente dichiarazione di esubero, in caso non dovessero intervenire più imprese commerciali ad acquisire la superficie oggi occupata da Auchan. Solo questo intervento renderebbe possibile la ricollocazione del maggior numero possibile di lavoratori e lavoratrici, unitamente alla mobilità con la non opposizione incentivata".

Aggiornamento ore 20.20: Lo sciopero, fanno sapere dal sindacato, è stato revocato, "avendo avuto contatti con l'azienda che si è resa disponibile al dialogo che avverrà nei  prossimi giorni" spiegano. Viene comunque confermato l'incontro con task force regionale sul tema, che si terrà venerdì mattina alle 11.

"L'azienda - aggiunge Filcams Cgil Puglia - ha rotto il percorso unitario con tutte le organizzazioni sindacali, procedendo ad accordi solo con una parte e trascurando la grande mole di lavoratrici e lavoratori (la maggioranza) rappresentati dalle altre sigle. Per questi motivi e per garantire continuità e stabilità ai lavoratori, si è deciso di proclamare uno sciopero di tre giorni consecutivi a partire da giovedì e, parallelamente di procedere agli incontri, già programmati, con la task Force Regionale. Lo sciopero, il primo in tempi di Covid-19 rispetterà tutte le regole in materia di distanziamento, sicurezza e dispositivi di protezione individuale. Filcams CgilPuglia  - si legge ancora - è fermamente convinta del fatto che, soprattutto in questa fase critica, non si può giocare con le vite dei lavoratori e delle lavoratrici che hanno necessità di lavoro buono e stabile, considerando anche che parliamo di un settore commerciale che non è stato colpito come altri dall'emergenza sanitaria ed economica. È il tempo della responsabilità e della solidarietà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incertezza senza fine sul futuro dell'ex Auchan di Modugno, revocato lo sciopero: "Contatti avviati con l'azienda"

BariToday è in caricamento