Economia

Vertenza Natuzzi, accordo tra sindacati e azienda: "Prolungata la solidarietà"

Intesa raggiunta tra Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil e la società produttrice di complementi d'arredo. L'accordo, spiegano i sindacati, consentirà di prolungare il ricorso ai contratti di solidarietà

"Garanzia della continuità occupazionale e rilancio dell’attività aziendale": sono tra i punti fondamentali dell'intesa raggiunta oggi tra Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil e l’azienda Natuzzi. L’accordo, spiegano i sindacati, consentirà di prolungare il ricorso ai contratti di solidarietà e di "scongiurare del tutto il rischio di interventi traumatici sull’occupazione". "Grazie" all'intesa "Natuzzi - proseguono - non procederà ad aprire procedure di licenziamento collettivo e gestirà l’eccedenza di personale proprio attraverso l’applicazione dei contratti di solidarietà, che saranno applicati dal 2 maggio 2017 al 23 settembre 2018 in favore di un numero massimo di 1.909 lavoratori nei 5 stabilimenti in Basilicata e Puglia". Il verbale di accordo, affermano ancora le segreterie nazionali di Feneal, Filca e Fillea, è stato firmato insieme ai sindacati del commercio. Per `coprire´ i mesi restanti del 2018 è prevista la possibilità di richiedere un ulteriore anno di solidarietà: "Considerato che il piano industriale aveva ed ha una durata quadriennale (2015-2018), le parti hanno sottoscritto in sede sindacale un accordo al fine di attivare l’articolo 42 del decreto legislativo 148 del 2015 per i mesi restanti del 2018" aggiungono i sindacati. Per monitorare l'andamento aziendale e l'applicazione del contratto di solidarietà daranno "saranno effettuati periodicamente incontri di valutazione" anche "attraverso la Cabina di regia costituita presso il Mise". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Natuzzi, accordo tra sindacati e azienda: "Prolungata la solidarietà"

BariToday è in caricamento