menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una protesta degli ex operai OM

Una protesta degli ex operai OM

Cassa integrazione in deroga per gli ex operai OM: c'è la firma dell'accordo

Il verbale sottoscritto ieri in Regione sblocca l'iter per la concessione della Cigd per il 2018, in attesa della reindustrializzazione da parte di Selectika

Non è ancora il passo conclusivo, ma di certo un altro step decisivo verso il riconoscimento della cassa integrazione in deroga per gli ex operai OM. Ieri in Regione è stato siglato il verbale di accordo che di fatto sblocca l'iter per la concessione della Cigd per il 2018 ai 189 lavoratori 'reduci' del fallimento della Tua, che avrebbe dovuto realizzare il progetto di reindustrializzazione del sito di Modugno, di fatto mai avviata.

Una vicenda, quella del riconoscimento della cassa integrazione in deroga retroattiva, che nei mesi scorsi aveva visto consumarsi un duro scontro tra sindacati e Regione da una parte, convinti che ci fossero i requisiti di legge per il riconoscimento degli ammortizzatori sociali, e la curatela fallimentare che invece rifiutava di presentare la richiesta di Cigd alla Regione. Una situazione che si è sbloccata solo a febbraio, dopo le iniziative dei sindacati e l'intervento delle istituzioni locali.

Alla sottoscrizione del verbale sono intervenuti i rappresentanti sindacali di Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm Uil e Ugl, insieme alla curatela fallimentare, al presidente della Task force regionale per l'occupazione Leo Caroli, ai rappresentanti delle istituzioni locali e di Selectika, l'azienda che, a partire dal 2020, dovrebbe dare vita al nuovo progetto di reindustrializzazione del sito, con attività di riciclo di vetro e carta.

verbale-2

Con la firma di ieri l'iter burocratico per la Cigd potrà di fatto essere avviato, mentre per il nuovo progetto di reindustrializzazione restano ancora alcuni passaggi importanti da affrontare, come il passaggio del capannone dal Comune di Modugno, che ne è rientrato in possesso dopo il fallimento di Tua, a Selectika.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento