Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia

Ex Om Carrelli, accordo a Roma: "A Modugno la prima fabbrica pugliese di auto"

Raggiunta l'intesa con i rappresentanti della Lcv- Tua Autoworks per riconvertire lo stabilimento della Zona Industriale. Emiliano: "Verrà costruita una utilitaria a basso costo alimentata anche con motore elettrico"

Accordo raggiunto, questo pomeriggio, nella sede del Ministero per lo Sviluppo Economico, a Roma, per l'assunzione dei 200 ex lavoratori della Om Carrelli di Modugno da parte della Lcv-Tua Autoworks, nell'ambito del progetto di riconversione del vechio stabilimento di Modugno in fabbrica di automobili innovative e a costi contenuti. Già domani dovrebbero partire le prime lettere di assunzione, in modo da formare le nuove figure lavorative, permettendo all'azienda di utilizzare, contemporaneamente, gli ammortizzatori sociali messi a disposizione dalla Regione Puglia. All'incontro, assieme ai lavoratori, ai quadri sindacali e ai rappresentanti dell'azienda, hanno preso parte anche il sindaco di Modugno, Nicola Magrone, il primo cittadino metropolitano, Antonio Decaro e il governatore pugliese, Michele Emiliano: "È stata una battaglia lunga cinque anni, non sono mancati momenti difficili, ma non abbiamo mollato mai al fianco dei lavoratori, dei sindacati, delle famiglie" ha affermato il presidente della Giunta regionale, spiegando che nello stabilimento della Zona Industriale "verrà costruita una utilitaria a basso costo alimentata anche con motore elettrico, quella di Modugno sarà la prima fabbrica di auto pugliese".

“La sottoscrizione dell’atto di oggi è un bellissimo regalo di Natale per l’intera area metropolitana di Bari - ha aggiunto Decaro - perché le lettere di assunzione che domani saranno inviate ai lavoratori della ex Om carrelli elevatori rappresentano una vittoria e una grande occasione per tutto il territorio, che si appresta ad iniziare una nuova avventura. Quella di oggi è una firma che sancisce ufficialmente l’inizio della collaborazione tra l’area metropolitana barese e la Tua Industries, che produrrà vetture e quadricicli elettrici di ultima generazione nella zona industriale di Bari. Oggi poniamo fine ad una vertenza che ci ha tenuti con il fiato sospeso e ci ha visto tutti impegnati per oltre cinque anni, ma vogliamo anche sancire l’inizio di un rapporto che, ne sono sicuro, potrà avere effetti positivi per le aziende dell’indotto determinando così ulteriori assunzioni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Om Carrelli, accordo a Roma: "A Modugno la prima fabbrica pugliese di auto"

BariToday è in caricamento