Economia

Vertenza OM, incontro al Ministero: altri due mesi di attesa per i lavoratori

Concordata la cassa integrazione ordinaria fino al 31 maggio, mentre a fine marzo si terrà un nuovo incontro per verificare in maniera definitiva la fattibilità del progetto di riconversione presentato dalla società Hybrid. Ma i lavoratori reclamano risposte concrete in tempi brevi

Manifestazione dei lavoratori dell'OM davanti alla sede del Consiglio regionale

Cassa integrazione ordinaria fino al 31 maggio 2012, poi, se la situazione non dovesse sbloccarsi, azienda, sindacati e istituzioni valuteranno "il ricorso a strumenti alternativi". Nel frattempo, a fine marzo nuovo incontro al Ministero dello Sviluppo economico per valutare in maniera definitiva la fattibilità del progetto di riconversione dello stabilimento - proposto a dicembre e poi saltato a causa del ritiro di uno degli imprenditori della cordata - della società Hybrid.

Insomma tutto ancora da decidere sul futuro dello stabilimento Om di Modugno e dei suoi 285 dipendenti, al centro ieri di un nuovo tavolo tecnico convocato presso il Ministero dello Sviluppo economico a Roma. Ora la speranza è che entro il 31 marzo, data fissata per il nuovo incontro al Ministero, l'imprenditore Saltalamacchia, ideatore del progetto di rilancio della fabbrica, riesca a trovare nuovi partner disposti a far parte della cordata, al posto dell'emiliano Landi, ritiratosi dall'accordo a inizio marzo.

In caso contrario, le istituzioni locali, il ministero e la stessa Kion, attuale proprietaria dello stabilimento OM, si attiveranno per cercare un'alternativa che possa scongiurare la chiusura della fabbrica, e la Kion si impegnerà a garantire gli incentivi già concordati agli eventuali nuovi investitori.  Anche se tutto questo significherà, per i 285 operai dello stabilimento, che da mesi lottano per avere certezze sul proprio futuro, dover aspettare ancora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza OM, incontro al Ministero: altri due mesi di attesa per i lavoratori

BariToday è in caricamento