Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia

Delegato sindacale licenziato dalla Saicaf a Bari: il giudice decide per il suo reintegro

“Questa vicenda - conclude Gigia Bucci, segretaria Generale Cgil Bari - dimostra ancora una volta e qualora ce ne fosse bisogno, quanto sia fondamentale il lavoro della Cgil dentro e fuori le aziende, sia in termini di rappresentanza dei lavoratori che di rivendicazione di diritti e tutele"

Un delegato sindacale della Flai Cgil Bari, Massimo Filograno, in precedenza licenziato dall'azienda Saicaf, è stato reintegrato dal giudice del lavoro che, con una sentenza, ha respinto il precedente provvedimento. La vicenda, secondo una nota della Cgil, "si inscrive in un lungo percorso conflittuale fra l’azienda e il sindacato iniziato nell’agosto del 2019 con l’annuncio da parte della direzione aziendale della cessazione dell’attività produttiva dello storico stabilimento Saicaf in via Amendola, nel capoluogo pugliese, che ha significato la cassa integrazione per i 13 operai addetti alla produzione ed al magazzino".

“Nei mesi successivi - dichiara Anna Lepore, segretaria Generale Flai Cgil Bari - lo scontro si è fatto sempre più aspro fino ad arrivare al licenziamento del nostro Rsu al culmine di una sequela di provvedimenti disciplinari" secondo il sindacato "finalizzati ad indebolirne il ruolo".

“Questa vicenda - conclude Gigia Bucci, segretaria Generale Cgil Bari - dimostra ancora una volta e qualora ce ne fosse bisogno, quanto sia fondamentale il lavoro della Cgil dentro e fuori le aziende, sia in termini di rappresentanza dei lavoratori che di rivendicazione di diritti e tutele. La vittoria di questa ennesima battaglia è la dimostrazione che il sindacato è vivo, è presente, è sempre al fianco dei lavoratori tutti. Chi ci appella come 'strumento obsoleto e ormai superato', non scalfisce minimamente la coerenza, impegno e dedizione nel non lasciare indietro nessuno”.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delegato sindacale licenziato dalla Saicaf a Bari: il giudice decide per il suo reintegro

BariToday è in caricamento