Lunedì, 21 Giugno 2021
Economia

Vincenzo Di Pace (Cisl Bari): "Cordoglio alla famiglia ma ribadiamo che gli organi competenti legislativi devono porre prioritario l’obbligo formativo per questi lavoratori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La Cisl è vicina ed esprime il proprio cordoglio ai familiari dei morti sul lavoro di Molfetta". E' questo il commento del Segretario generale della Cisl di Bari Vincenzo Di Pace sulla notizia della tragedia accaduta a Molfetta che ha visto la morte di due persone, un padre ed un figlio di Bitonto, impegnati nella loro attività lavorativa. Una tragedia che giunge dopo 6 anni da quel 3 marzo del 2008 quando, sempre a Molfetta, morivano per ragioni simili cinque operai. Da quel giorno si sono intensificate le norme grazie al nuovo articolato sulla salute e sicurezza sul lavoro, varato proprio dopo pochi giorni dalla tragedia, eppure, nonostante gli eventi drammatici accaduti, sembra che quanto fatto non sia stato sufficiente ad evitare questa ennesima tragedia. Da tempo, la Cisl chiede agli organi competenti legislativi di porre come prioritario l'obbligo info-formativo anche per questi lavoratori. Non è più possibile considerare queste forme di lavoro "differenti a ribasso" sul piano delle tutele e della prevenzione, in confronto a tutte le altre tipologie contrattuali. Attendiamo di conoscere la dinamica dell'incidente che comunque non serve a lenire il dolore della famiglia e di noi tutti.



s.gif

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincenzo Di Pace (Cisl Bari): "Cordoglio alla famiglia ma ribadiamo che gli organi competenti legislativi devono porre prioritario l’obbligo formativo per questi lavoratori"

BariToday è in caricamento