Lunedì, 14 Giugno 2021
Eventi

"Amico fragile", la musica di De Andrè entra nel carcere di Bari

Presentato oggi il progetto musicale realizzato dalla "Libera Orchestra Barese" con il sostegno della Provincia. Il procuratore Laudati: "Un altro importante tassello per la costruzione di un laboratorio di giustizia a Bari"

Un concerto ispirato al repertorio di Fabrizio De Andrè, per trasformare un momento di svago in un momento di profonda riflessione sulle esperienze della vita. Il tutto in un luogo che è per definizione un crocevia di incontri tra storie di vita diverse, spesso travagliate, spesso dolorose: il carcere.
Nasce così il progetto "Amico Fragile", realizzato dalla "Libera Orchestra Barese", una band di avvocati-musicisti nata poco più di un anno fa per volontà del presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari, Manuel Virgintino. Il concerto, organizzato con il sostegno della Provincia di Bari e presentato oggi in conferenza stampa, si terrà nel carcere di Bari il prossimo 7 luglio.

“Il progetto – ha detto il procuratore Laudati, presente all'incontro - rappresenta un altro tassello per la costruzione di un laboratorio di giustizia a Bari. Una giustizia che deve restare inflessibile dinanzi alla violazione delle leggi, ma che deve anche avere un volto umano e riconquistare la fiducia dei cittadini”.

Un progetto musicale – spiega Virgintino – che nasce non solo dal bisogno di devolvere parte del nostro tempo e della nostra professionalità per un fine sociale, con la piena consapevolezza che nell’esistenza di ognuno di noi, prima o poi, vi sia un momento in cui dobbiamo pagare il nostro ‘debito’ con la vita. Una vita che per alcuni si traduce in esistenze più felici e tranquille che per altri. Di qui la necessità di ‘regalare’ parte del nostro tempo e della nostra musica a chi, per varie vicissitudini, è inciampato nelle sciagure della vita più di altri. Portare, poi, ai detenuti di Bari le canzoni di Fabrizio de André  sono un’occasione di riflessione unica sull’esistenza stessa della vita, ma anche un momento di grande emozione in un ambiente difficile”.

“Continua la proficua sinergia tra la Provincia di Bari e la Procura della Repubblica, un’istituzione sempre più aperta e attenta al territorio. Un’iniziativa di alto valore socialeafferma il Presidente Schittulli – che consentirà di portare un po’ di serenità ai detenuti, offrendo loro l’ opportunità di sentirsi finalmente parte integrante del mondo esterno, al di là della condizione di disagio in cui vivono e della restrizione della libertà”.


La band si compone di 12 componenti, fra vocalist e musicisti, fra veri e affermati professionisti e dilettanti e autodidatti. Sedici le canzoni di de Andrè, fra le più famose della carriera musicale dell’artista, che saranno eseguite durante il concerto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Amico fragile", la musica di De Andrè entra nel carcere di Bari

BariToday è in caricamento