Arriva in Puglia, dagli States, a casa dopo 25 anni, il presidente dell’Hoboken Italian Festival

E’ stato un successo l’incontro voluto da Roberto Pansini, Presidente dell'Associazione Oll Muvi, (I Love Molfetta) che, nei giorni scorsi, si è tenuto nella sala conferenze del Museo Diocesano di MolfettaHanno raccontato della festa di settembre. Lo hanno fatto parlando in inglese, un po' in italiano, molto in "dialetto molfettese". Hanno evidenziato delle difficoltà per l'organizzazione della festa che richiama oltre 120mila utenti, una bella vetrina per promuovere Molfetta e la Puglia, e che quest'anno si festeggia il 92° anniversario.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Di nuovo c’è che l’ "Hoboken Italian Festival the feast of the Madonna dei Martiri" e il Comitato feste patronali di Molfetta hanno cominciato a dialogare. C’è pure che l’associazione imprenditori di Molfetta, che si sta organizzando per raggiungere i cugini d’America nei prossimi mesi, ha messo le basi per collaborazioni future con i molfettesi che vivono negli States, basate anche su una comunione di intenti, di sentimenti, di emozioni. E c’è pure che, già a settembre, la Regione si prepara a lanciare bandi che puntano a lanciare il brand pugliese all’estero. E non è poco. E’ stato un successo l’incontro che, nei giorni scorsi, si è tenuto nella sala conferenze del Museo Diocesano di Molfetta, moderato dalla giornalista Lucrezia d' Ambrosio. Arrivati dagli States, dopo 25 anni, il presidente dell’Hoboken Italian Festival 2018, Paolo de Sario, il vice presidente, Corrado Minervini, il referente per i contatti con l'Italia, Antonio Albanese, i loro interventi hanno commosso e divertito tutti i presenti. Hanno raccontato della festa di settembre. Lo hanno fatto parlando in inglese, un po' in italiano, molto in "dialetto molfettese". Hanno evidenziato delle difficoltà per l'organizzazione della festa che richiama oltre 120mila utenti, una bella vetrina per promuovere Molfetta e la Puglia, e che quest'anno si festeggia il 92° anniversario. L'inizio della festa, ad Hoboken, è previsto con l'arrivo di monsignor Giuseppe de Candia, a fine agosto per l'avvio della novena, ma come sempre ci saranno alcune sorprese preparate per i molfettesi d' america. Presenti anche Giuseppe Pastore, dirigente della Regione Puglia Ufficio Pugliesi nel mondo, l’assessore del Comune di Molfetta con delega alle comunità estere, Angela Panunzio, monsignor Giuseppe De Candia, che con le comunità dei molfettesi all’estero ha, da sempre, un rapporto speciale, Francesco Angione, presidente del comitato feste patronali di Molfetta, la presidente dell’associazione imprenditori di Molfetta, Maddalena Pisani, accompagnata da rappresentanti del mondo dell’associazionismo, il capitano di fregata Michele Burlando, comandante della capitaneria di porto, il capitano Vito Ingrosso, comandante della compagnia carabinieri di Molfetta, il luogotenente Giuseppe Malerba, comandante della stazione carabinieri di Molfetta. A confermare l’ormai imminente apertura dei bandi e la possibilità, per Puglia Promozione, di dedicare risorse alla promozione della Puglia negli States, è stato proprio Giuseppe Pastore, che, qualche settimana fa, è stato New York per l'incontro delle associazioni Pugliesi del nord America, ed è stato poi ospite, insieme con il governatore della Puglia Emiliano, presso la Società Madonna dei Martiri di Hoboken nel New Jersey. Nel corso della serata l’associazione Imprenditori ha donato un plastico dell’anfiteatro, dedicato a don Tonino Bello, realizzato dal socio Pasquale De Nichilo, nell’area artigianale di Molfetta, con fondi degli imprenditori, una croce, riproduzione della croce che don Tonino portava al collo e t-shirt che i componenti dell’Hoboken Italian Festival, indosseranno, quest’anno, in occasione della festa, in una serata dedicata a don Tonino. Preziosi anche i contributi di Angela Panunzio, alla sua prima uscita pubblica da assessore, monsignor Giuseppe De Candia, sempre attento a mantenere alto il legame tra Molfetta, i suoi figli e la devozione per la Madonna dei Martiri. L’iniziativa è stata voluta ed organizzata dall' associazione Oll Muvi (I love Molfetta) in collaborazione con l’Info point turistico di Molfetta. Proprio Roberto Pansini, presidente di Oll Muvi, da quasi quindici anni vicino alla comunità dei molfettesi in America, e Paola De Pinto, presidente della cooperativa FeArt, gestore dell’info point turistico, è toccato il compito di aprire e chiudere l’incontro che ha posto le basi per consolidare i rapporti tra Molfetta e i suoi figli residenti negli States per avviare collaborazioni proficue su più livelli. In cantiere ci sono diversi importanti progetti da ultimare per la promozione del territorio all'estero. E per salutare gli ospiti venuti da lontano, ad incontro terminato, c’è stata l’esibizione live, apprezzatissima, del soprano Lucia de Bari, accompagnata al piano da Leo Binetti e al violino da Eugenia Iaresco. Risultato: l’organizzazione dell’Hoboken Italian Festival si attiverà per averla negli States, per la festa di settembre. Nel corso dell’incontro illustrati i dettagli dell’organizzazione della festa gemella in onore della Madonna dei Martiri, che si tiene in America, tramandata di generazione in generazione e, da qualche anno, raccontata anche nel documentario "illuminiamo la tradizione" che sta facendo il giro del mondo nei festival cinematografici, e, ad oggi è vincitore di ben 3 award, ricevuti nel New Jersey, in Spagna e in Italia. L’iniziativa è organizzata dall'associazione Oll Muvi, I Love Molfetta, l'idea è di Roberto Pansini, in collaborazione con l’Info point turistico di Molfetta. Rientra nel progetto Incoming Tourist 2.0, presentato negli States, sostenuto anche dal Comune di Molfetta.

Torna su
BariToday è in caricamento