Quarta edizione del Bari Brasil Film Fest - Mostra di cinema e cultura brasiliana

  • Dove
    Varie
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 11/10/2019 al 20/10/2019
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Con l’obiettivo forte di indagare una cinematografia altra, poco mainstream, rarissima da trovare in sala e molto attenta alle dinamiche del presente, torna per il quarto anno il Bari Brasil Film Fest, organizzato e promosso dall’associazione culturale Abaporu con la direzione artistica di Vanessa Mastrocessario Silva. Sei lungometraggi e un film d’animazione per raccontare un universo estetico e culturale che ha fatto della diversità e della contaminazione tratti distintivi, qualità che questa nuova edizione intende esplorare attraverso il meglio della cinematografia brasiliana, premiata nei maggiori festival internazionali. Felice novità di quest’anno la nuova location: chiuso da cinque mesi, il cinema ABC Centro di cultura cinematografica di Bari apre eccezionalmente al e per il festival, grazie alla collaborazione con l’Agis Puglia e Basilicata che lo accoglie con entusiasmo nella sua sala, simbolo per eccellenza del cinema d’essai e di qualità.

Dopo le prime tre fortunate edizioni, il Bari Brasil Film Fest torna dunque dal 4 al 15 ottobre a Bari e il 19 e 20 ottobre a Matera, in collaborazione con il Comune e con la Fondazione Matera Basilicata 2019.  Ad  inaugurare la manifestazione sarà un’anteprima speciale, il 4 alle 21 al Cineporto di Bari,  dedicata a Terra em Transe di Glauber Rocha, uno dei film simbolo di Cinema Novo, movimento artistico che negli anni Sessanta ha provato a cambiare le cose al grido di arte, utopia e rivoluzione. Il festival proseguirà dall’11 al 15 ottobre con proiezioni ed eventi collaterali tra l’ABC, la libreria 101 dove sarà presentato il libro biografico Tom Zè, l’ultimo tropicalista di Pietro Scaramuzzo, il Bilabì, Portineria 21 che ospiterà l’incontro con la scrittrice Agnese Gazzera autrice del libro Marielle, presente! e a Matera, il cinema Piccolo.

Ospiti del festival due registi dei film in programma: Esmir Filho, autore insieme con Mariana Bastos di Alguma coisa assim (Something like that), in programma il 12 ottobre e presentato quindi dallo stesso regista, celebre in Sudamerica dove ha vinto premi prestigiosi nei festival di Rio de Janeiro e L’Avana, ma anche in Europa dove è stato selezionato per il concorso ufficiale Berlinale Generation 14+ e Locarno e Beatriz Seigner autrice del film Los Silencios, che presenterà in sala il 13 ottobre. La sceneggiatrice e regista brasiliana nel 2009 ha diretto Bollywood Dream, la prima co-produzione tra Brasile e India, selezionato in oltre venti festival internazionali tra cui Busan, Tokyo e San Paolo.

Inoltre, il 3 ottobre alle 21 al Bilabì, il festival scalda l’atmosfera con una serata musicale, di cui sarà protagonista il progetto Yarákä, ensemble che propone un percorso radicato nella tradizione afro-brasiliana e sudamericana.

Il Bari Brasil Film Fest si conferma uno dei pochi autentici festival cinematografici della città scandito da opere coraggiose e spiazzanti (la cui visione è vietata ai minori di 18 anni), che il pubblico potrà vedere per la prima volta a Bari all’ABC, in lingua originale con sottotitoli in italiano, fatta eccezione per il film d’animazione Le avventure del piccolo Colombo che sarà recitato in italiano direttamente in sala da Cristina Palermo. Un festival indipendente che si finanzia prevalentemente con fondi derivanti da sponsor privati come la compagnia aerea Turkish Airlines, l’Università LUM – Jean Monnet, la società di consulenza Sinoglobal Investments Advisory e la società di post produzione cinematografica Octpost e tramite una campagna di crowdfunding online (https://www.gofundme.com/f/bari-brasil-film-fest-2019). Il Bari Brasil Film Fest nel suo crescere continua a cercare partnership europee e internazionali. Dopo il proficuo scambio in essere da tre anni con l’omologo storico festival del cinema brasiliano di Parigi e con Agenda Brasil di Milano, da quest’anno il Bari Brasil Film Fest stringe un nuovo accordo con il Brazilian Film Festival di Beirut, con il quale inizia una partnership strategica nata dal desiderio di omaggiare la memoria dell’Ambasciatore brasiliano in Libano Paulo Cordeiro de Andrade Pinto, sua moglie Vera Lucia Ribeiro Estrela e del barese Marcello de Filippis tragicamente scomparsi in un incidente stradale avvenuto in Puglia nel mese di maggio 2019. Tale partnership porterà alla realizzazione di attività congiunte tra i due festival e alla condivisione e lo scambio di esperienze e contenuti.

Migrazioni, complessità delle relazioni umane, rapporto genitori-figli, scontro tra tradizione e progresso omologante, ipocrisia della società contemporanea: sono molteplici i punti di vista attraverso i quali il festival racconterà la cinematografia brasiliana ai suoi attenti spettatori di anno in anno in costante crescita. Il Bari Brasil Film Fest rifugge gli stereotipi sul Paese sudamericano, ponendo grande attenzione alle qualità artistiche delle pellicole in concorso spesso incentrate su fenomeni inusuali o comunque estranei alla formazione culturale occidentale, con il proposito di promuovere la vera cultura brasiliana.

Aprirà il festival, un evento prologo speciale venerdì 4 ottobre alle 20.30 al Cineporto di Bari, dove sarà proiettato il film Terra em Transe (Terra in Trance) di Glauber Rocha. Terzo film del regista brasiliano, uno dei più rappresentativi del movimento Cinema Novo, di cui fu tra i fondatori. La potente riflessione sul potere racconta la storia di un intellettuale comunista brasiliano che accetta di collaborare con il padrone di un'emittente televisiva per contrastare l'invadenza degli americani, ma scopre di aver favorito inconsapevolmente il colpo di Stato militare del 1964.

VENERDÌ 4 OTTOBRE

PROLOGO AL CINEPORTO DI BARI

ore 20.30 (INGRESSO LIBERO) - TERRA EM TRANSE (TERRA IN TRANCE) - Introduzione a cura di Luigi Abiusi, critico letterario e cinematografico, direttore e fondatore di Uzak, trimestrale di cultura cinematografica e selezionatore per la Settimana della Critica alla Mostra del cinema di Venezia.

Regia di Glauber Rocha con José Lewgoy, Jardel Filho, Paulo Autran. Brasile, 1967, 111’.

Glauber Rocha è l’esponente più importante e tra i fondatori del Cinema Novo: Terra in Trance (1967) è uno dei suoi capolavori. In una città immaginaria chiamata Eldorado, il poeta patriota e di sinistra Paulo Martinez accetta di collaborare con il padrone di un'emittente televisiva per contrastare l'invadenza degli americani, ma scopre di aver favorito inconsapevolmente un colpo di Stato (allusione al colpo di Stato militare del 1964). Tormentato e convinto di avere in buona fede fatto il gioco dei nemici del popolo, inneggia ancora una volta alla rivolta, ma con tragiche conseguenze.

VENERDI 11 OTTOBRE

CINEMA ABC – BARI

Ore 20 Cocktail di apertura

Ore 21 O BEIJO NO ASFALTO, introduzione a cura di Giancarlo Visitilli, critico cinematografico e giornalista de La Repubblica.

Regia di Murilo Benício. Con Fernanda Montenegro, Lázaro Ramos, Débora Falabella, Augusto Madeira, Otávio Müller, Luiza Tiso, Amir Hadad, Stênio Garcia, Raquel Fabri, Marcelo Flores e Arlindo Lopes. Brasile, 2018, 98’.

Film in cui il teatro incontra il cinema. Basato sull’omonima opera di Nelson Rodrigues. Arandir, un giovane impiegato di banca appena sposato, soccorre un uomo investito da un autobus. L’uomo, morente, esprime l’ultimo desiderio che cambierà per sempre la vita di Arandir. Opera premiata da pubblico e critica nell’ultima edizione di Agenda Brasil a Milano.

SABATO 12 OTTOBRE

CINEMA ABC – BARI

Ore 20 Aperitivo brasiliano

Ore 21 ALGUMA COISA ASSIM (SOMETHING LIKE THAT) – Introduzione a cura di Alessia De Pascale, giornalista. IL REGISTA ESMIR FILHO SARÀ PRESENTE IN SALA.

Regia di Esmir Filho e Mariana Bastos con Caroline Abras, André Antunes, Clemens Schick, Juliane Elting e Knut Berger. Brasile / Germania, 2017, 80’.

 Il film racconta la storia di Caio e Mari, due giovani adulti la cui relazione va oltre qualsiasi definizione. Il loro rapporto attraversa un periodo di 10 anni, in diversi momenti in cui i loro desideri divergono ed il loro legame è messo a dura prova. Il film è stato sviluppato a partire dall’omonimo cortometraggio, premiato alla 45° Settimana della critica del Festival de Cannes del 2006 ed è realizzato con gli stessi attori di allora. Premio del pubblico ex aequo nell’ultima edizione di Agenda Brasil.

DOMENICA 13 OTTOBRE

CINEMA ABC – BARI

Ore 18 LE AVVENTURE DEL PICCOLO COLOMBO - evento speciale

Introduzione a cura dell’attrice Rosalia Paternoster – il film sarà recitato in italiano direttamente in sala dall’attrice Cristina Palermo.  

Regia di Rodrigo Gava. Brasile, 2015, 88’.

Lungometraggio d’animazione ambientato nell’Italia del 1463, dove tre bambini – Cris, Leo e Lisa – scoprono i misteri della popolazione dell’Atlantico e si imbattono nella sua bestia più feroce, il temibile Nautilus. Questa creatura distrugge tutte le navi europee che tentano di attraversare l’Oceano Atlantico. Mai i tre troveranno il modo di sconfiggerlo, il che renderà possibile per Cris, in futuro, di scoprire la strada per l’America. Questi ragazzi saranno poi noti al mondo come Cristoforo Colombo, Leonardo Da Vinci e Monna Lisa.

Ore 20 Aperitivo brasiliano

Ore 21  - LOS SILENCIOS Introduzione a cura di Livio Costarella, critico cinematografico e giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno. LA REGISTA BEATRIZ SEIGNER SARÀ PRESENTE IN SALA

Regia di Beatriz Seigner con Marleyda Soto, Enrique Diaz, Maria Paula Tabares Peña, Adolfo Savilvino. Brasile/Colombia/Francia, 2018, 89’. Versione originale in spagnolo e portoghese.

Per fuggire dal conflitto armato colombiano Nuria e Fabio, insieme alla madre Amparo, arrivano su una piccola isola nel mezzo dell’Amazzonia, al confine tra Brasile, Colombia e Perù. Del padre si sono perse le tracce. Mentre la madre tratta con la scuola elementare locale, con avvocati e funzionari per trovare una sistemazione e un lavoro, il marito misteriosamente riappare nella loro nuova casa. Film presentato con successo alla Quinzane des Réalisateurs a Cannes 2018.

LUNEDI 14 OTTOBRE

CINEMA ABC – BARI

Ore 20 Aperitivo brasiliano

Ore 21 EX-PAJÈ (EX-SCIAMANO) Introduzione a cura del giornalista e scrittore Francesco Monteleone

Regia di Luiz Bolognesi. Brasile, 2018, 81’.

Documentario pluripremiato che illustra come la “civilizzazione” e la religione possano minacciare l'antica cultura della popolazione indigena dei Paiter Surui nella Amazzonia mettendo a rischio d'estinzione il suo popolo. Miglior documentario al Gran premio del Cinema Brasiliano 2019.

MARTEDI 15 OTTOBRE

CINEMA ABC – BARI

Ore 20 Aperitivo brasiliano

Ore 21 BICHO DE SETE CABEÇAS (BRAINSTORM)– Introduzione a cura di Luca Bandirali, critico cinematografico e docente alla facoltà di Beni Culturali dell'Università del Salento.

Regia di Lais Bodansky con Rodrigo Santoro, Othon Bastos e Cassia Kiss. Brasile, 2001, 88’.

 Come tanti adolescenti, Neto è ribelle ed ama sfidare il pericolo. il padre, nel tentativo di contenere il comportamento problematico del ragazzo, decide di farlo ricoverare in un ospedale psichiatrico. Quest’opera, sceneggiata da Luiz Bolognesi, ha trionfato nella prima edizione del Gran premio del Cinema Brasiliano, con ben sette riconoscimenti, tra cui miglior film, regista e attori.

SABATO 19 OTTOBRE

IL PICCOLO – MATERA

Ore 20.30 O BEIJO NO ASFALTO -  Introduzione a cura di Ivan Moliterni, critico cinematografico, studioso di linguaggi visuali, giornalista e responsabile progettazione cultura e cinema del Comune di Matera.

DOMENICA 20 OTTOBRE

IL PICCOLO – MATERA

Ore 18.30 LOS SILENCIOS  - Introduzione a cura di Paride Leporace,  critico cinematografico e direttore di Lucana Film Commission

Ore 20.30  ALGUMA COISA ASSIM (SOMETHING LIKE THAT)  - Introduzione a cura di Salvatore Verde, giornalista, critico cinematografico e consigliere di Lucana Film Commission

Regia di Esmir Filho e Mariana Bastos con Caroline Abras, André Antunes, Clemens Schick, Juliane Elting e Knut Berger. Brasile/Germania, 2017, 80’.

 Il film racconta la storia di Caio e Mari, due giovani adulti la cui relazione va oltre qualsiasi definizione. Il loro rapporto attraversa un periodo di 10 anni, in diversi momenti in cui i loro desideri divergono ed il loro legame è messo a dura prova. Il film è stato sviluppato a partire dall’omonimo cortometraggio, premiato alla 45° Settimana della critica del Festival de Cannes del 2006 ed è realizzato con gli stessi attori di allora. Premio del pubblico ex aequo nell’ultima edizione di Agenda Brasil.

EVENTI COLLATERALI TRA MUSICA E LETTERATURA

GIOVEDI 03 OTTOBRE h 21.30

 Bilabì – Bari  (via Adolfo Omodeo, 12) Telefono: 080/ 89.76.0 81

Concerto dello Yarákä Ensemble

Serata musicale con lo Yarákä Ensemble che propone un percorso radicato nella tradizione afro-brasiliana e sudamericana, un lavoro di ricerca attento ad esaltare la componente multietnica, in particolare quella comune matrice ritmica proveniente dall' Africa che funge da catalizzatore e permette di spingersi oltre sperimentando contaminazioni audaci con le sonorità mediterranee e del Sud Italia. Il loro primo lavoro discografico si intitola Invocação è incentrato sull'ancestrale rapporto tra uomo e natura (o Dio) che si manifesta tramite la preghiera, la musica, il ritmo e la danza, a prescindere dalle divisioni in razze e culture. A comporre l’ensemble, Virginia Pavone ( voce e percussioni), Marco La Corte (flauto, voce e percussioni), Gianni Sciambarruto (chitarra e berimbau), Mirko Sciambarruto (violoncello), Antonio Oliveti (percussioni etniche).

MERCOLEDI 16 OTTOBRE h 18.30

Bistrot letterario Portineria 21 (via Cairoli, 137/a/139)

Incontro sulla figura dell’attivista brasiliana Marielle Franco, a partire dal libro Marielle Presente! con l’autrice Agnese Gazzera, Michele Laforgia, avvocato e promotore dell'associazione culturale La Giusta Causa e Claudia Bruno, giornalista Rai.

Marielle Franco è stata l’unica donna nera tra i 51 consiglieri comunali della città brasiliana, eletta nel Partito Socialismo e Libertà (Psol), assassinata a Rio de Janeiro nel marzo 2018. Nata e cresciuta in una favela, afrodiscendente, lesbica, femminista, Marielle aveva fatto di se stessa la propria bandiera: un “corpo politico” con cui affrontare il mondo e lottare per i diritti delle persone che rappresentava, contro il razzismo, le violenze di genere, le diseguaglianze.

GIOVEDI 17 OTTOBRE h 19.00

Libreria 101 Bari (via Cairoli, 101)

Presentazione del libro Tom Zè_l’ultimo tropicalista di Pietro Scaramuzzo moderata dal giornalista e critico musicale Nicola Gaeta.

Biografia ufficiale di Tom Zé, cantante, compositore e polistrumentista brasiliano, noto componente del movimento tropicalista insieme a Caetano Veloso e Gilberto Gil.

INFO ABC BARI: 080/96.44.826 - INFO PICCOLO MATERA: 0835/ 33.05.41 - Info: www.abaporu.org  o facebook.com/associazioneculturaleabaporu

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • I Nuovi arredi di Cambellotti in mostra all’Acquedotto Pugliese

    • dal 1 aprile al 1 dicembre 2019
    • Palazzo Acquedotto
  • 'Incanto Partenopeo', la mostra delle opere di Guido De Renzo alla Pinacoteca Metropolitana "Corrado Giaquinto"

    • dal 25 maggio al 1 dicembre 2019
    • Pinacoteca della Città metropolitana 'Corrado Giaquinto'
  • 'Benedetto XIII. Gli Orsini e le arti a Gravina', in mostra la vita di un Pontefice

    • Gratis
    • dal 26 settembre al 26 novembre 2019
    • Ex Monastero Di Santa Sofia

I più visti

  • 'Notre Dame de Paris' in scena al Palaflorio di Bari

    • dal 11 al 15 dicembre 2019
    • Palaflorio
  • “Costa dei Trulli-Ritrovarsi in ogni stagione”, rassegne culturali, sagre, eventi e concerti per tutto il 2019

    • dal 24 aprile 2019 al 11 gennaio 2020
    • Monopoli, Fasano, Castellana Grotte, Conversano e Alberobello
  • Ad Acquaviva la 'Festa del Vino Primitivo e del Cece Nero'

    • 23 novembre 2019
    • centro storico
  • Elisa in concerto al Palaflorio di Bari

    • 4 dicembre 2019
    • Palaflorio
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BariToday è in caricamento