Al via “L’officina delle nuvole parlanti”: laboratorio di fumetti e animazione per i ragazzi della Comunità educativa Sant’Antonio e per gli studenti delle scuole superiori di Corato

Il progetto è uno dei vincitori dell’edizione 2015 del bando “Orizzonti Solidali” della Fondazione Megamark

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Un laboratorio di fumetti e animazione rivolto ai ragazzi della comunità educativa Sant’Antonio di Corato e agli studenti delle scuole superiori cittadine.  Prenderà il via nei prossimi giorni “L’Officina delle Nuvole Parlanti”, il progetto promosso dall’associazione “Solidarietà e Missione” Onlus e vincitore del bando di concorso “Orizzonti Solidali 2015” promosso dalla Fondazione Megamark in collaborazione con i supermercati A&O, Dok, Famila, Iperfamila con il patrocinio della Regione Puglia e del suo assessorato al welfare.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina alla stampa e alla cittadinanza nella Sala Verde del Comune di Corato ; sono intervenuti il sindaco del Comune di Corato Massimo Mazzilli, il senatore Luigi Perrone, il presidente della Fondazione Megamark Giovanni Pomarico e la responsabile della comunità educativa Sant’Antonio Suor Teresa Calizia.

Per dare vita all’iniziativa sarà allestita all’interno della comunità un’aula multimediale dotata di computer, video proiettore, videocamera e tavolette per la colorazione digitale; questa strumentazione permetterà ai ragazzi, una volta acquisite le competenze teoriche, di passare alla sperimentazione pratica. Saranno arruolate alcune figure professionali in grado di accompagnare i ragazzi dell’acquisire le competenze tecniche necessarie per la realizzazione di fumetti animati; in particolare il fumettista Mario Oscar Gabriele, la psicologa Eleonora Russo e l’esperta in animazione 2D e 3D Beatrice Mazzone.

«Nella comunità di Sant’Antonio ci sono ragazzi brillanti - ha dichiarato Suor Teresa Calizia, Madre superiora della comunità - e vincere il bando della Fondazione Megamark ci permetterà di aiutarli ad imparare ad usare moderne tecnologie, con l’augurio che possano presto spendere queste competenze nel mondo del lavoro».

«La comunità educativa Sant’Antonio - ha spiegato il sindaco del Comune di Corato Massimo Mazzilli  - ricopre un’importante funzione sociale per la nostra città; riconosciamo pertanto il valore di iniziative come questa, che legano realtà come la Fondazione Megamark al territorio; ci auguriamo che siano sempre maggiori le occasioni finalizzate al sostegno di progetti di solidarietà sociale».

«Riuscire a realizzare un sogno ci riempie di gioia – ha commentato il cav. Giovanni Pomarico, presidente della Fondazione Megamark -; alimentare la speranza di questi giovani,  dare loro la possibilità di sviluppare delle doti creative e imparare un’arte che potrebbe diventare un mestiere è per noi una missione: attraverso la Fondazione ogni anno cerchiamo di fare qualcosa di concreto per il nostro territorio e non c’è modo migliore che ascoltare le richieste di auto che provengono da quest’ultimo. È lodevole il lavoro che la comunità educativa Sant’Antonio svolge per sostenere, tutelare e accompagnare questi ragazzi meno fortunati verso un futuro migliore».

Torna su
BariToday è in caricamento