Restaurato l'organo dell'auditorium 'Nino Rota': venerdì il grande concerto inaugurale

La struttura è stata riportata a nuovo dopo i lavori eseguiti dalla ditta Zanin: ricco il programma che vedrà anche la celeberrima Toccata e Fuga in Re minore di Bach

Sarà inaugurato venerdì 20 aprile l'organo Tamburini del Conservatorio 'Niccolò Piccinni' di Bari nell'Auditorium 'Nino Rota': la struttura è stata restaurata, in questi mesi, grazie alle maestranze della ditta Zanin. Il concerto inaugurale, (biglietti gratuiti) in replica sabato 21, sarà a cura dell'organista Enzo Filacaro, docente di Organo del Conservatorio, e all'Orchestra Sinfonica del Conservatorio diretta da Giovanni Pelliccia. Ricco il programma musicale della serata che vedrà l'esecuzione della Suite gothique op. 25 di Léon Bollmann, il preludio al corale Nur komm der Heiden Heiland di Bach e la celeberrima Toccata e fuga in Re minore dello stesso compositore tedesco. Quindi sarà la volta di tre corali bachiani trascritti per orchestra da Respighi e infine la Première Symphonie in re minore op. 42 di Félix Alexandre Guilmant, per orchestra con organo concertante, quest'ultimo, brano estremamente raro da eseguire in Italia poiché richiede sale d'ascolto con un organo adatto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Stop agli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre, comuni 'chiusi' a Natale e Capodanno: il governo approva il decreto

Torna su
BariToday è in caricamento