Cultura

Bitonto non ce la fa: è Parma la capitale italiana della Cultura 2020

Oggi l'annuncio del ministro Franceschini: la cittadina barese era arrivata tra le dieci finaliste, insieme ad Agrigento, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso

Sarà Parma la capitale italiana della cultura per il 2020. Niente da fare, dunque, per Bitonto, che pure era attivata tra le dieci città finaliste insieme ad Agrigento, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso.

L'annuncio della scelta fatta dalla giuria presediuta da Stefano Baia Curioni è stato dato questa mattina dal ministro Franceschini.

Una sfida ambiziosa, quella affrontata dalla cittadina del barese, che sebbene finita con una sconfitta avrà avuto un pregio importante: quella di farne emergere bellezze e pregi storico-artistico, riscattando Bitonto dai tristi fatti di cronaca che la hanno di recente coinvolta.

Il commento del sindaco Abbaticchio

"Complimenti a Parma. Il titolo aggiunge qualcosa ad un patrimonio riconosciuto dal Mondo. Per Bitonto la finale è stata, invece, una data straordinaria che rilancia qualcosa di più grande ancora. La nostra Comunità si è identificata nel proprio valore culturale, si è riscoperta unita. Ed io sono profondamente orgoglioso di rappresentarla. Essere nella top ten italiana era un'idea impensabile fino a poco tempo fa. E la voglio dedicare ai nostri figli. Ai miei, ai vostri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bitonto non ce la fa: è Parma la capitale italiana della Cultura 2020

BariToday è in caricamento