Corato chiama a raccolta i giovani pittori del Sud: torna la mostra-concorso 'Il Pendio'

Presentata l'edizione numero 50 della manifestazione dedicata all'arte contemporanea, in programma dal 22 al 27 agosto su iniziativa della Pro Loco Quadratum

La mostra-concorso di arte contemporanea «Il Pendio» compie 50 anni. L'edizione 2018 della manifestazione, promossa dalla Pro Loco Quadratum e in programma dal 22 al 27 agosto in piazza Abbazia, a Corato, è stata presentata oggi nella sala giunta della Città Metropolitana di Bari.

Le novità e il premio

Come da tradizione, il concorso si rivolge ad artisti che non abbiano superato i 40 anni di età entro il 2 luglio prossimo, data di consegna delle opere.  Fra le novità 2018, due sezioni nuove di zecca: una dedicata alla grafica e l’altra all’illustrazione, che vanno ad aggiungersi alla storica sezione destinata alla pittura, qualsiasi sia la tecnica scelta dall’autore. Cinque, invece, i premi in palio, con un assegno da 1.500 euro per il concorrente che si aggiudicherà il gradino più alto del podio. 

Una storia lunga cinquant'anni

«Siamo lieti di presentare questa cinquantesima edizione, una tappa importante nella storia del premio nato nel 1962 su iniziativa dell’allora Centro culturale universitario di Corato. Fino a oggi, al netto della soluzione di continuità fra il ’72 e il ’78, si sono succedute migliaia di artisti, alcuni dei quali sono diventati firme prestigiose nel panorama artistico italiano». Così il presidente della Pro Loco Quadratum, Gerardo Giuseppe Strippoli, ripercorre i primi passi della mostra. Fra i concorrenti del passato spiccano i nomi del maestro Nicola Tullo, il primo classificato del 1962, di Luigi Basile,Rino Sgarrae Vincenzo Mascoli, per citarne alcuni. Come pure i nomi della giovane artista bulgara Raliza Georgievao del cinese Xie Hui, i due studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Roma che si sono aggiudicati il primo premio nelle più recenti edizioni. L’ultima vincitrice è Lisa Cutrino, leccese e studentessa dell’Accademia di Belle arti di Bari.  Ancora coperto da riserbo il nome del presidente di giuria: «Sarà presentato a tempo debito», dice il presidente Strippoli. «Di certo – aggiunge – tutta la rosa dei giurati sarà all’altezza dei predecessori». Fra cui si segnalano Gaetano Grillo, docente dell’Accademia di Brera e già direttore della Scuola di pittura; Maria Teresa Padula, scenografa impegnata nel cinema come nel teatro, che ha lavorato con maestri come Alberto Sordi; Enzo Quarto, giornalista Rai. Se 50 anni sono un tempo sufficiente per parlare di tradizione, «Il Pendio» non rinuncia a essere al passo coi tempi. Dopo l’istituzione di due sezioni inedite, è il caso della rinnovata veste grafica che accompagna l’edizione 2018. A cominciare dal logotipo: «Evoca la pendenza del luogo che ha ispirato la mostra, ovvero il Pendio Brisighella, nel cuore del centro storico di Corato», spiega Ivan Abbattista, il designer della cooperativa Spore che ha firmato la comunicazione. «Quel pendio è il tratto identitario dell’iniziativa, diventato il leitmotiv della composizione tipografica e trait d’union di tutti gli elementi dell’identità visiva». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per scoprire le opere non resta che attendere il 22 agosto. L’invito a visitare la mostra arriva da Francesca Pietroforte, consigliera delegata ai Beni culturali della Città Metropolitana: «I 41 Comuni della Città metropolitana si distinguono per la capacità di calendarizzare manifestazioni di qualità: il Pendio è una di queste». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Vento forte e temporali in arrivo nel Barese: scatta l'allerta meteo arancione

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento