Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Petruzzelli, la stagione lirica riparte con il 'Don Giovanni' di Martone

L'opera nell'allestimento della Fondazione teatro di San Carlo di Napoli è in cartellone per il prossimo 10 settembre. Ma in concomitanza con il debutto la Cgil annuncia uno sciopero degli orchestrali per protestare sulla questione assunzioni

La stagione lirica della Fondazione Petruzzelli è pronta a ripartire, anche se sullo sfondo restano i contrasti tra commissario e Cgil per la questione relativa all'assunzione del nuovo organico. Il ritorno in scena è previsto per il prossimo 10 settembre, con il debutto del "Don Giovanni" con la regia di Mario Martone e la direzione d'orchestra affidata a Roberto Abbado.

"Questo allestimento del Don Giovanni - ha spiegato ieri il commissario straordinario Fuortes - è quello andato in scena nel 2002 nel Teatro San Carlo di Napoli, si tratta dunque di una ripresa - ha continuato Fuortes - e mentre in Italia il termine ripresa ha un'accezione negativa, io credo che debba invece essere considerata una buona pratica. Io credo che ogni ripresa sia una nuova opera: cambia teatro, cambia direttore d'orchestra, cambiano i cantanti, diventa dunque un'opera nuova". Che si tratti di un'opera 'nuova' lo ha confermato anche Roberto Abbado che ha detto di aver chiesto, e ottenuto, l'uso di strumenti d'epoca "per dare meglio l'idea di quali suoni Mozart volesse dalla sua orchestra". E così saranno in scena timpani barocchi, corni inglesi privi delle cosiddette parti meccaniche, motivo per cui il suono dipende dall'abilità dello strumentista, archi fabbricati con legni più leggeri ed hanno per questo un suono più tenue, un fortepiano e un violoncello che accompagnano i recitativi. "C'e un'evoluzione rispetto alla messa in scena di Napoli - ha continuato Martone - che riguarda prima di tutto l'età dei cantanti, molto giovani e quindi vicini a quelli utilizzati da Mozart al debutto dell'opera. E poi l'uso dell'orchestra". "Quest'ultima - ha continuato il regista - non è statica, gli orchestrali seguono lo svolgimento dell'azione... e non voglio svelarvi niente altro". "E' piuttosto lo spettacolo, che si svolge nell'epoca di Don Giovanni, un Settecento reinventato, e che non prevede cambi di scena con una dinamica moderna, ad essere attraversato - ha concluso Martone - da Don Giovanni e dalla sua storia".

Il debutto dell'opera, tuttavia, sarà segnato dalle proteste preannunciate dalla Cgil, che in questi mesi sta portando avanti la vertenza contro i concorsi per le assunzioni a tempo determinato indette dalla Fondazione. In contemporanea con lo spettacolo al Petruzzelli, infatti, gli orchestrali si esibiranno per protesta davanti alla Chiesa di San Ferdinando, in via Sparano. Nei giorni scorsi il sindacato ha inoltre chiesto l’intervento del prefetto e del ministro della cultura Ornaghi per avviare un tavolo di concertazione sulla questione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petruzzelli, la stagione lirica riparte con il 'Don Giovanni' di Martone

BariToday è in caricamento