Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Enrico Brignano all'Arena della Vittoria, tre ore di show e risate

L'attore romano in scena con "Tutto suo padre". Tre ore di spettacolo in cui l'(auto)ironia di Brignano mette a nudo vizi e virtù della sua famiglia, tra ricordi, risate e un velo di commozione

Un momento dello spettacolo

Raccontare, far ridere, far riflettere. Riesce a far tutto in un colpo solo Enrico Brignano, e lo fa attraverso una lente di ingrandimento privilegiata, quella della sua storia familiare, in cui però ciascuno spettatore non può fare a meno di immedesimarsi, pregna com'è del racconto di vizi, virtù e abitudini tipicamente italiani.

Così l'attore romano conquista il pubblico dell'Arena della Vittoria portando in scena "Tutto suo padre". Tre ore sul palco, per un one man show che scivola via veloce in un mix ben calibrato di monologhi e parentesi musicali (con Brignano affiancato dall'orchestra dal vivo e un corpo di ballo di 12 ballerine), in cui la simpatia del comico rompe di tanto in tanto il canovaccio per qualche battuta in pugliese o qualche ironico commento sul vento che sferza il palcoscenico.

Si ride, certo, ma è una risata velata di emozione, quando attraverso le vicende della sua famiglia Brignano evoca una società italiana ormai lontana nel tempo, quando si potevano passare anche pomeriggi interi ad aspettare una telefonata accanto all'ormai 'storico' telefono a disco con tanto di lucchetto. E' una risata dal retrogusto amaro, quando lo sguardo ironico di Brignano passa al setaccio gli effetti della celebrità regalata dalla televisione, con la gente che ti ferma per strada e ti chiede "l'autofro" senza ricordare il tuo nome, ma solo perché ti ha visto in tv. Sullo sfondo, però, ci sono sempre loro, gli speciali autori dello spettacolo che Brignano ringrazia un momento prima di congedarsi dal pubblico: Anna, sua madre, e Nino, il padre, scomparso ad agosto dell'anno scorso e al quale l'attore dedica il suo spettacolo.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enrico Brignano all'Arena della Vittoria, tre ore di show e risate

BariToday è in caricamento