menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La 'diplomazia della cultura' avvicina Bari e la Russia: a Mosca siglati accordi per Accademia e Conservatorio

L'intesa, raggiunta grazie al contributo del Cesvir, consentirà lo sviluppo di relazioni tra importanti istituzioni culturali russe e quelle baresi

La 'diplomazia della cultura' avvicina Bari e la Russia attraverso accordi di collaborazione tra l'Accademia delle Belle Arti e il Conservatorio del capoluogo pugliese con importanti istituzioni di Mosca come l'Istituto Musicale Tchaikovskij e l'Università Statale della Cinematografia Vgik. Le intese, raggiunte attraverso il paziente lavoro del Cesvir (Centro Economia e Sviluppo Italo-Russo) sono state siglate in questi giorni nel corso del nono Festival dell'Arte Italiana 'Suggestioni di Puglia' svoltosi a Mosca, con la partecipazione di artisti e musicisti dal tacco d'Italia.

L'accordo è stato firmato alla presenza di autorità del governo della Città di Mosca, dell’Ambasciata e del Consolato Generale italiani e dell’Istituto di cultura italiana a Mosca, Camera di Commercio Italo-Russa ed Enit. Tra gli obiettivi da raggiungere, anche la realizzazione di nuove iniziative con una delle strutture artistiche più dinamiche della capitale russa anche in ambiti internazionali: “La firma con il teatro Gelikon Opera di Mosca e il Cesvir - dice il suo direttore generale Rocky Malatesta - è una grandissima occasione ed è il risultato di un percorso decennale di scambi culturali tra la Puglia e la Russia nel solco della diplomazia culturale. Soprattutto è un risultato importante perché apre nuove strade che renderanno questo nostro cammino di relazioni bilaterali ancora più solido”.

L’accordo, firmato davanti alle permetterà di realizzare uno scambio di docenti e studenti tra l’Accademia di Belle Arti di Bari e l’Università Statale della Cinematografia Gerasimov: “Siamo riusciti a lavorare per una importante convenzione che formalizzeremo a maggio - ha detto il direttore dell’Accademia barese Giancarlo Chielli, che come il docente Emanuele D’Angelo ha tenuto una masterclass nell’istituto moscovita - attraverso cui i nostri studenti di scenografia potranno venire a fare apprendistato in questo importantissimo istituto universitario, così come i loro allievi russi potranno fare la medesima esperienza da noi in Puglia”.

Nell'intesa anche spazio alla musica con rapporti sempre più stretti tra il Conservatorio 'Piccinni' e il prestigioso Istituto Musicale Tchaikovskij. Particolarmente apprezzata anche l'esibizione di musicisti e artisti come quelli l'Orchestra Popolare della Taranta, esibitasi per la prima volta in Russia, nei teatri di Mosca, Dmitrov e nella cattedreale moscovita di Cristo Salvatore dove due anni fa vennero esposte le reliquie di San Nicola, temporaneamente traslate da Bari. Gli scambi continueranno nei prossimi mesi: nel capoluogo pugliese è tutto pronto, o quasi, per il XIII Festival dell'Arte Russa, in programma dal 16 al 21 maggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento