Domenica, 17 Ottobre 2021
Cultura

Anteprime internazionali, 'lezioni di cinema' e retrospettive dedicate a Gassman e Risi: ecco il Bif&st 2017

Presentata oggi la nuova edizione del Festival del Cinema di Bari, in programma dal 22 al 29 aprile. Tra le novità, una sezione dedicata a 'Cinema e scienza'

Torna il Bif&st, il Festival del cinema di Bari. La manifestazione, giunta all'ottava edizione 'e mezza' (considerando l'edizione pilota del 2009), si terrà dal 22 al 29 aprile 2017.

Il programma della manifestazione è stato presentato questa mattina in conferenza stampa. L'incontro è stato innanzitutto l'occasione per ufficializzare la nomina della nuova presidente del festival diretto da Felice Laudadio: è la regista Margarethe von Trotta, mentre 'presidente onorario' resterà Ettore Scola, scomparso a gennaio di un anno fa, che un contributo aveva dato alla crescita del festival barese.

Anche quest'anno il Bif&st offrirà anteprime nazionali e internazionali (otto i film previsti), insieme alle ormai consuete 'Lezioni di cinema' (confermate le presenze di Sabrina Ferilli, Fanny Ardant e Jacques Perrin). Previste inoltre due retrospettive, dedicate rispettivamente a Vittorio Gassman e Dino Risi, mentre la novità dell'edizione 2017 sarà la sezione dedicata a 'Cinema e Scienza'.

"Il Bif&st – ha detto il presidente della Regione Emiliano - è diventato, al di là della questione culturale che poi si concretizza negli eventi specifici, un momento di bilancio. Mi fa piacere vedere qui sia la parte pubblica sia la parte privata che ha deciso di investire in cultura". "Quando una città e un’intera comunità sono in grado di leggersi e di ritrovarsi come se fosse un unico organismo vivente coerente, vuol dire che siamo sulla strada giusta".

"Nella comunità nazionale ed internazionale del cinema – ha detto l'assessore all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone - la Puglia ha saputo guadagnarsi e difendere un suo ruolo riconoscibile.  A ciò ha contribuito sicuramente la politica regionale con la scelta di dedicare al settore nuove risorse sia in direzione della produzione (incremento del film fund) sia verso l'esercizio (con il bando sull'ammodernamento delle sale), ha contribuito certamente il lavoro di AFC, ha contribuito il ruolo del Bif&st, insieme a quello dei tanti festival che promuovono la cultura cinematografica e i nuovi linguaggi dell'audiovisivo. Ma ha contributo soprattutto il pubblico pugliese che da sempre sente il cinema appartenergli".


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anteprime internazionali, 'lezioni di cinema' e retrospettive dedicate a Gassman e Risi: ecco il Bif&st 2017

BariToday è in caricamento