Cultura

Alla Fiera del Levante ritorna la mostra-mercato Expo Arte

Dopo una lunga pausa pronta a ripartire la manifestazione dedicata al mondo dell'arte, che si svolgerà dal 18 al 20 maggio nel nuovo padiglione del quartiere fieristico. La nuova edizione presentata oggi in conferenza stampa

Un nuovo inizio dopo una lunga pausa: Bari riapre le porte all’arte internazionale grazie a Expo Arte, la storica manifestazione della Fiera del Levante, la cui 29esima edizione è in programma venerdì 18 maggio (dalle 10.30 alle 20), sabato 19 e domenica 20 (dalle 10 alle 21) nel nuovo padiglione (ingresso con invito gratuito, scaricabile da www.expoarte2012.it o distribuito alla reception).

Nella riorganizzazione e nel rilancio delle attività della Fiera – sottolinea il presidente Gianfranco Viesti in conferenza stampa – va valorizzato anche ciò che in passato ha avuto un impatto forte e positivo sulla città. Inoltre l’obiettivo dell’Ente è di concludere accordi strategici con più soggetti organizzatori di rassegne per ampliare il calendario delle manifestazioni specializzate, che dall’autunno sarà sempre più cospicuo.

Per questi motivi abbiamo deciso di accettare la proposta di Artiamo per l’organizzazione di questo format che potenzierà il ruolo di Bari come centro fieristico”. Expo Arte, come ricordato da Amedeo Demitry, direttore di Artiamo, è patrocinata da Regione Puglia, Provincia, Comune e Camera di Commercio di Bari e accoglierà, in 6.000 metri quadri, circa 70 stand tra gallerie, editori e Accademie di Belle Arti provenienti da tutta Italia: “Ci aspettiamo che questa edizione sia la prima di una lunga serie e catturi l’attenzione del pubblico”.

Oltre alla mostra-mercato non mancheranno eventi collaterali come la retrospettiva dedicata al maestro Mario Sironi nel cinquantunesimo anno dalla sua morte: merito della collaborazione di Andrea Sironi–Straußwald (storico dell’arte e unico discendente diretto dell’artista) che ha prestato un consistente nucleo delle opere esposte mentre le altre arriveranno da collezioni private e dalla Galleria d’Arte Cinquantasei di Bologna.

Spazio anche alla mostra d’arte “Fingerpainting” di Matthew Watkins, che, grazie al coinvolgimento del Gruppo Maldarizzi, ospiterà opere digitali, interamente realizzate con iPad e iPhone. "Arcaismo e contemporaneità" è, invece, il titolo della mostra su Vincenzo Musardo, proposta grazie ad Artisse. Il fotografo Vincenzo Catalano torna protagonista in Fiera con un lavoro inedito: "I colori di Bari", una raccolta di scatti intensi e inediti, dai colori caldi. Albe, tramonti e quotidianità cattureranno lo sguardo dell'osservatore: dal Lungomare al Porticciolo con vedute di barche e pescatori, da Punta Perotti fino alle spiagge Pane e Pomodoro e Torre Quetta.

"Arte in Comune" è, infine, la mostra patrocinata dall’Amministrazione comunale: alcuni writers, selezionati da un’apposita commissione tecnica, decoreranno pannelli di grandi dimensioni in aree ad hoc nel quartiere fieristico.

Recuperare una rassegna di primo piano, troncata nel 2008 – dichiara Nuccio Altieri, vicepresidente della Provincia di Bariè fondamentale per intercettare visitatori e flussi economici anche da altre regioni”. Tanto più in una città che, come evidenziato dall’assessore al Marketing del Comune Gianluca Paparesta, “negli ultimi anni ha mostrato una particolare sensibilità alle tematiche dell’arte contemporanea”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Fiera del Levante ritorna la mostra-mercato Expo Arte

BariToday è in caricamento