menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giorno della Memoria: gli appuntamenti a Bari e in provincia

Incontri e dibattiti per commemorare le vittime della Shoah e per non dimenticare l'orrore delle stragi e delle leggi razziali

Anche Bari partecipa con diverse iniziative, dibattiti e incontri, al 'Giorno della Memoria', per commemorare tutte le vittime della Shoah e per non dimenticare l'orrore delle stragi e delle leggi razziali. Sono passati 71 anni da quel giorno del 1945 in cui i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz si aprirono per mostrare al mondo gli orrori dell'Olocausto.

Questa mattina, nell'Aula consiliare di via Capruzzi, l'iniziativa organizzata dal Consiglio regionale. Aprirà i lavori il presidente dell’Assemblea Mario Loizzo e dopo i saluti delle Autorità civili e militari, la dirigente del Servizio consiliare Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, Daniela Daloiso, introdurrà la manifestazione, che si svolgerà alla presenza di rappresentanti delle Forze Armate, dei Corpi dello Stato, degli enti locali, dell’Anpi, e di numerose rappresentanze scolastiche. Rivolta in particolare alle giovani generazioni, è organizzata in collaborazione con l'Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea (Ipsaic), l'Ufficio scolastico regionale, l'Associazione Nazionale Scuola Italiana (Ansi) e l'Accademia di Belle Arti. Sono previsti interventi del direttore Ipsaic Vito Antonio Leuzzi, con Aldo Muciaccia e Cristina Vitulli, del presidente dell’Ansi Domenico Fracchiolla, di Rosa Anna Pucciarelli, docente dell'Accademia e di Consiglia Ippolito, presidente del Parlamento regionale dei giovani. Saranno presentati documenti sui campi profughi in Terra di Bari, provenienti da archivi internazionali e "Il calendario delle religioni... e Luce fu", realizzato dagli studenti di alcune scuole baresi.

Nel pomeriggio, alle ore 16, presso il campo rom di Japigia, in via Santa Teresa 1, ARCI Bari organizza un’incontro dal titolo: "Porrajmos, ricordiamoci di ricordare". Porrajmos è il termine in lingua romanì che indica lo sterminio di Rom e Sinti per mano nazista durante la seconda guerra mondiale, che costò la vita a centinaia di migliaia di persone.  Introduce e modera Dario Abrescia, giornalista e operatore socioculturale. Interventi di Daniel Tomescu, referente del campo, Silvio Maselli, Assessore alla cultura del Comune di Bari, Luca Basso, Presidente ARCI Bari. Prolusione di Pasquale Martino: "Porrajmos, la distruzione. Rom e sinti nei lager nazisti". A seguire musiche tradizionali a cura di Fabio Losito e Ion Zamfir.

Iniziative dedicate al Giorno della Memoria anche al Multicinema Galleria. Alle 16, 18.30 e 21, sono previste due speciali proiezioni (per ogni spettacolo): Child K, il cortometraggio pluripremiato dei registi baresi Roberto De Feo e Vito Palumbo, e The Eichmann Show, il film che racconta la storia dei due uomini che trasmisero in televisione il processo al criminale nazista Adolf Eichmann nel 1961. 

Al Castello di Gioia del Colle, alle 10.30, si terrà un incontro sul tema "Il campo di internamento di Gioia del Colle", con immagini e testimonianze. Nel pomeriggio alle 17 si terrà anche una visita guidata al Museo e al Castello.

In occasione del Giorno della Memoria, inoltre, il Comune di Bari, su iniziativa degli assessorati alle Culture e alle Politiche educative giovanili, promuove un percorso allo scopo di educare alla memoria gli alunni delle scuole medie inferiori cittadine, che diventeranno poi essi stessi ciceroni dei luoghi individuati, emblematici della storia della città. Nel corso dell'anno le scuole coinvolte - Tommaso Fiore, De Marinis, San Nicola, Fraccacreta e Don Bosco - adotteranno i luoghi scelti, studieranno le vicende ad essi legate grazie alla testimonianza e al contributo degli organizzatori e promuoveranno momenti informativi aperti alla cittadinanza affidandoli ai ragazzi. Al termine del percorso di conoscenza detti luoghi saranno dotati di targhe commemorative curati dagli stessi alunni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento