menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Bari all'Ariston nel nome di San Nicola: gli Hora Prima tra i finalisti pugliesi di Sanremo Rock

La band barese si è qualificata per la fase regionale del prestigioso concorso musicale. In tre passeranno alle finali del 2020 nel 'tempio' della canzone italiana

Da Bari sognando l'Ariston nel nome di San Nicola: prosegue il percorso artistico degli Hora Prima, la band nata nel capoluogo pugliese, impegnata in un progetto musicale per raccontare il rapporto tra vescovo di Myra e la città a lui devota, attraverso rock, progressive e testi d'autore. Il gruppo, dopo aver calcato il palco di largo Giannella per l'ultima giornata delle Celebrazioni Nicolaiane di maggio scorso, ha continuato a riscuotere consensi e, nel 2020, sarà tra gli 8 finalisti regionali del prestigioso festival Sanremo Rock, manifestazione che propone musica di qualità giunta alla 33esima edizione. In palio ci saranno tre posti per la fase conclusiva nel 'tempio' del teatro Ariston, nel cuore della città dei fiori. La band è composta da Roberto Gomes (voce-tastiere), Francesco Bux (batteria e voce), Domenico De Zio (chitarra), Valeria Tritto (basso), Gianluca De Bene (chitarra) e Vincenzo Antonicelli (sassofono), con i testi, per il progetto in corso, dello scrittore Giovanni Boccuzzi. 

La preparazione degli Hora Prima per Sanremo Rock

In questi giorni, gli Hora Prima proseguono la loro ricerca di sonorità e testi del concept album nicolaiano, dopo la pubblicazione del singolo 'Le mie Figlie', preparandosi anche per le selezioni Sanremo Rock: "Quando si tratta di concorsi musicali - spiega a BariToday Domenico De Zio - bisogna condensare in pochi minuti il lavoro di mesi per convincere la giuria. In un live tutto tuo hai a disposizione anche fino a due ore e si riesce facilmente a creare la giusta atmosfera e la giusta interazione con il pubblico in un crescendo di emozioni. Per fare lo stesso in un quarto d’ora bisogna dare il massimo e noi ovviamente ce la stiamo mettendo tutta, la prospettiva di calcare il palco del Teatro Ariston di Sanremo mette una bella carica". L'esperienza delle celebrazioni di maggio scorso, ha consentito di far conoscere a molti baresi il concept musicale: "Dopo la prima uscita live in piazza- rimarca De Zio -, durante la festa di San Nicola dello scorso anno, abbiamo riscontrato un vivace interesse nei confronti delle nostre idee musicali. Essendo un progetto strettamente radicato in questa terra abbiamo trovato terreno fertile nel quale poggiare radici. Siamo molto contenti di come sta andando perché attraverso il racconto delle nostre tradizioni stiamo riuscendo ad avvicinarci ad un pubblico che magari fino all’altro ieri non sapeva cosa fosse questo nostro rock progressivo".

Collaborazioni con autori e artisti baresi

Il progetto su San Nicola, mese dopo mese, intanto, si arricchisce di sfaccettature musicali e collaborazioni artistiche: "In questo album  - prosegue De Zio - stiamo raccontando la storia di Bari attraverso i miracoli e le vicende legate alla figura del suo santo patrono, San Nicola. Un primo brano è già presente online su tutte le maggiori piattaforme di streaming audio (Spotify, iTunes o Youtube), si intitola 'Le mie Figlie'’ e ci racconta di uno dei miracoli più rappresentativi all’interno della tradizione nicolaiana, la donazione di una dote alle tre fanciulle povere per salvarle dalla strada. Di prossima pubblicazione brani sugli altri miracoli del Santo, dell’oste malefico che cucinava bambini nella sua cucina, delle avventure dei 62 marinai verso Myra ma anche delle usanze e delle tradizioni dei baresi durante i giorni di festa. Parallelamente all’aspetto musicale - anticipa il chitarrista - racconteremo questa storia attraverso le immagini, una serie di videoclip con partecipazioni di volti noti in terra di Bari tra i quali l’attore Gianni Colajemma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento