Il vescovo Cornacchia in America, il racconto in un libro

L ' associazione Oll Muvi, quelli di I Love Molfetta, organizza l'evento per la presentazione del libro: "Dal nido, il primo volo" di Don Giuseppe de Candia, ufficio Diocesi Migrantes. Presenti, oltre al vescovo e all’autore, anche Antonio Albanese, responsabile dei rapporti con l’Italia della Società Madonna dei Martiri di Hoboken, giunto per l’occasione dagli Stati Uniti per consegnare a monsignor de Candia la fascia tricolore di presidente onorario del sodalizio.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Ora c'è un libro, una sorta di "album souvenir", come lo definisce l'autore, monsignor Giuseppe de Candia, a raccontare e ricordare a chi verrà, il primo viaggio pastorale di monsignor Domenico Cornacchia, vescovo della Diocesi di Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi e Ruvo di Puglia, in terra americana in occasione del 90esimo anniversario della Festa della Madonna dei Martiri ad Hoboken nel New Jersey. Il libro "Dal nido, il primo volo", questo il titolo, è stato presentato nelle sale del Museo Diocesano a Molfetta. Presenti, oltre al vescovo e all'autore, anche Antonio Albanese, responsabile dei rapporti con l'Italia della Società Madonna dei Martiri di Hoboken, giunto per l'occasione dagli Stati Uniti per consegnare a monsignor de Candia la fascia tricolore di presidente onorario del sodalizio. Il libro contiene riflessioni, immagini, ma anche aneddoti relativi alla esperienza vissuta da monsignor Cornacchia e dalle decine di persone che da Molfetta hanno voluto unirsi a lui nel viaggio pastorale. E il racconto che ne viene fuori è la conferma che i confini geografici non riescono mai a dividere gli affetti. E allora accade anche che, a sorpresa il vescovo, monsignor Domenico Cornacchia, a due passi dalla chiesa di St. Francis, ad Hoboken, scopre un bar gestito da baresi. Anzi, da suoi compaesani, altamurani. Ed ecco, che le distanze si annullano e l'oceano scompare. E ci si sente a casa. Di nuovo. E fa specie, anzi fa sorridere anche il ricordo, raccontato dal vescovo, dell'arrivo negli States, quando all'aeroporto si imbatte in una serie di lampeggianti e auto della polizia e scopre he sono lì per fargli da scorta. Nel libro sono raccontate tutte le fasi di preparazione sia del viaggio pastorale, sia del "volo" compiuto dai sei remi partiti da Molfetta per arrivare ad Hoboken per contribuire a rendere ancora più vicina alla tradizione locale la festa americana dedicata alla copatrona di Molfetta. Come è noto già nel 2015, su iniziativa di Oll Muvi e del suo presidente Roberto Pansini, ad Hoboken sono arrivate le luminarie, lo scorso anno è toccato ai remi, grazie al contributo della Lega navale di Molfetta. E gli aneddoti, contenuti nel libro, che raccontano di una comunità legata alle origini, che custodisce, nel cuore, la devozione per la Madonna ma anche le tradizioni, sono tanti. E numerose sono le testimonianze, le fotografie che fermano i momenti del viaggio pastorale del vescovo Cornacchia negli States a 30 anni esatti dal "volo" di un altro vescovo, monsignor Tonino Bello. La presentazione del libro, stampato dalla Diocesi, con la partecipazione di alcuni partner privati, è stata promossa e organizzata dall'associazione Oll Muvi (quelli di I love Molfetta). E, nel corso della presentazione del libro monsignor de Candia ha preannunciato la volontà di farsi promotore di un altro grande viaggio pastorale, in Australia, per andare incontro alle numerose comunità di molfettesi che lui ha incontrato già in dieci occasioni. Video documentario dell' Hoboken Italian Festival the feast of the Madonna dei Martiri del 2010, realizzato dalla Associazione Oll Muvi, quelli di I love Molfetta.

I più letti
Torna su
BariToday è in caricamento